Bernardi, Bernardi Group, esito trasferimento ramo d’azienda 26/09/2001

Roma, 26 settembre 2001

Oggetto: esito incontro Soc. Bernardi
Cessione rami azienda

Si è tenuto ieri, il previsto incontro con la Società Bernardi in relazione alla cessione di rami d’azienda a favore della società Bernardi Groups.

L’azienda ha motivato la necessità di cedere rami d’azienda alla società Bernardi Groups (composta dalla attuale Bernardi e dalla finanziaria Friulia) in relazione alle mutate esigenze di mercato che necessitano di un rafforzamento societario e quindi economico per potenziare la politica di sviluppo-investimenti al fine di fronteggiare la concorrenza. L’obiettivo che si pone la nuova società è di entrare in Borsa entro due-tre anni. Prevedono di aprire in Italia in media 10 punti vendita all’anno.

I punti vendita che vengono ceduti sono 50 collocati nell’area centro-nord. Gli altri punti vendita ubicati nel centro-sud, saranno ceduti entro il 31.12.2001. Il personale dal 1 ottobre 2001 passerà alle dipendenze di Bernardi Groups, tramite passaggio diretto e manterrà immutati i trattamenti economici e normativi. La Nuova Società ha “riconosciuto” i contratti integrativi in vigore (che saranno applicati anche ai nuovi assunti).

Nei prossimi mesi apriranno nuovi punti vendita a: Parma, Pisa, Ravenna, Mestre, Milano Via Larga, (7/8 addetti per negozio). A dicembre 2000 la società Bernardi occupava 851 persone di cui 730 donne, ad oggi ne impiega 906 (a cui si aggiungono 60 lavoratrici a termine assunte in sostituzione di maternità) di cui il 18% a part-time.

L’azienda ha comunicato che utilizza il lavoro interinale in modo saltuario e solo nei casi di emergenza ( in genere nella provincia di Bolzano e magazzini di Ronchis). I contratti a tempo determinato sono usati soltanto per sostituzioni di ferie e nel mese di dicembre ( i contratti a termine sono aggiuntivi alle 906 persone). Hanno attivato tra il 2000 e il 2001 n.21 stage formativi di cui 19 trasformati in assunzioni con contratto a tempo indeterminato e inserito nella sede n. 3 portatori di handicap.

Hanno riconfermato la scelta delle gestione diretta in quanto il franchising non è una scelta strategica. Ad oggi sono 4 i punti vendita a gestione indiretta: Codroipo, Milano, Anagni e Pontedera.

Abbiamo convenuto con l’azienda di incontrarci entro il mese di dicembre c.a. al fine di approfondire le tematiche relative al part-time e al salario variabile. Alleghiamo alla presente il verbale di incontro e nell’invitarvi a informare i lavoratori e le lavoratrici di quanto sopra, vi salutiamo.

p. FILCAMS-CGILp. FISASCAT-CISLp. UILTuCS-UIL
Marinella Meschieri Mario PiovesanGabriele Fiorino