Bergamo. Longoni, cassa integrazione da lunedì

17/05/2004


    domenica 16 maggio 2004

    Longoni, cassa integrazione da lunedì

    Da lunedì cassa integrazione straordinaria a zero ore per due settimane anche per 15 dipendenti della Longoni (gruppo Giacomelli) di Orio, su un organico di una quarantina di persone. L’altro punto vendita bergamasco del gruppo degli articoli sportivi, il «Giacomelli» di Stezzano (una decina di dipendenti), sta già facendo ricorso alla cassa integrazione.
    «È un annuncio che ci ha sconcertati – dice Claudio Villa della Filcams-Cgil – anche perché venerdì dovevamo incontrarci per discutere della situazione e dell’utilizzo del meccanismo della rotazione come previsto dall’accordo nazionale».
    A livello nazionale era stato siglato a inizio mese un accordo sindacale al ministero per la richiesta relativa all’intero gruppo in amministrazione straordinaria dallo scorso novembre di cassa integrazione straordinaria fino a un massimo di altri 380 dipendenti, in aggiunta ai 288 già previsti dall’accordo di dicembre, con erogazione diretta del trattamento da parte dell’Inps, in quanto l’azienda non può garantire l’anticipo.
    L’intesa è stata siglata dato che gli attuali livelli di attività non consentono il pieno utilizzo del personale e le trattative per l’affitto del ramo d’azienda Longoni e Natura Sport non hanno dato risultati.