Bergamo. Commercio: riprende la trattativa

17/06/2004

      L'Eco di Bergamo

      giovedì 17 giugno 2004

      Commercio
      Riprende la trattativa
      sospeso lo sciopero

      Sono riprese le trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro del settore terziario, distribuzione e servizi. I sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno quindi sospeso per il momento lo sciopero proclamato per sabato.
      Il contratto del commercio e dei servizi è scaduto ormai dal 31 dicembre del 2002, ovvero quasi da diciotto mesi. Il rinnovo interessa un milione e mezzo di lavoratori in tutta Italia, circa 30 mila solo in provincia di Bergamo.
      Le ultime trattative erano saltate sul salario e sulla parte normativa, riferita in particolare al recepimento delle nuove regole del mercato del lavoro. Su questo secondo aspetto passi avanti si sono registrati nell’incontro di martedì, mentre ieri pare che si sia ricominciato a discutere anche dei nodi economici.
      All’inizio del confronto, nella primavera del 2003, i sindacati avevano chiesto 107 euro di aumento medio mensile. Un valore che oggi, a un anno di distanza, va aggiornato. Le aziende erano rimaste ferme alla proposta di 115 euro per l’intero quadriennio, quindi sia per il primo biennio economico, che scadrebbe a dicembre di quest’anno, sia per il secondo, fino a tutto il 2006. Un’offerta che per i sindacati è inaccettabile.
      Con la ripresa delle trattative potrebbe emergere ora qualche novità. La delegazione trattante è convocata per il 24 giugno presso la Confcommercio a Roma.