Bene i conti 2002 di Cremonini

29/04/2003

ItaliaOggi (Mercati e Finanza)
Numero
101, pag. 7 del 29/4/2003
di Stefano Catellani

Bene i conti 2002 di Cremonini

Tempo di assemblea di bilancio anche per il gruppo Cremonini. Ieri, insieme alle cifre 2002, il presidente, Luigi Cremonini, ha consegnato agli azionisti anche una proiezione positiva sul 2003.

Il gruppo alimentare modenese, dopo la cessione del 33,33% di Marr (distribuzione), ha davanti mesi di intenso sviluppo un po’ in tutte le divisioni: bene la carne, bene la ristorazione (treni, stazioni e bisteccherie Roadhouse grill). L’espansione all’estero è destinata a continuare e le risorse fresche arrivate da Marr sono un buon punto di partenza anche per valutare nuove acquisizioni.

L’assemblea degli azionisti, riunita nel quartier generale di Castelvetro di Modena, ha dato l’approvazione al bilancio 2002 chiuso con un risultato netto consolidato di 2,5 milioni di euro, rispetto ai -13,5 milioni del 2001, esercizio segnato dalla crisi della mucca pazza. I ricavi totali consolidati si sono attestati a 1.589,3 milioni, +16,4%; l’ebitda ha raggiunto 107 milioni contro gli 85,4 dell’esercizio 2002 (+25,3%), l’ebit è salito a 53,2 milioni (37,1, +43,2%). L’assemblea ha infine deliberato la distribuzione di un dividendo lordo di 0,0206 euro per azione, pari al 2% del valore corrente del titolo, che verrà messo in pagamento dal 22 maggio (stacco cedola il 19).