Bassetti pronto a lasciare Carlsberg Italia

29/06/2005
    mercoledì 29 giugno 2005

      ECONOMIA ITALIANA – pagina 15

        MARKET CAFÉ

          Bassetti pronto a lasciare Carlsberg Italia

          Entro fine anno Aldo Bassetti si preparerebbe a lasciare il gruppo birrario Tuborg Carlsberg. Bassetti, che il 1 ° novembre compirà 79 anni, è stato anche tra i fondatori del gruppo « la Repubblica L’Espresso » , oltre ad altre grandi imprese. Nel 1975 firmò l’accordo tra la Birra Poretti di Induno Olona, rilevata negli anni 40 dalla famiglia Bassetti, con la United breweries di Copenhagen per la produzione e commercializzazione in Italia dei marchi Tuborg e Carlsberg.

          Nel 1982, la cessione del 50% della Poretti alla Carlsberg. Nel 2002 la Carlsberg breweries è salita al 100% del controllo della consociata italiana di cui Bassetti per molti anni ha ricoperto la carica di presidente, e al tempo stesso è stato componente del consiglio direttivo di Centromarca, l’associazione delle aziende di marca guidata da Ernesto Illy. Oltre al gruppo Carlsberg Italia, Bassetti potrebbe dunque lasciare anche il consiglio di Centromarca.

          È intanto aperto nell’ambito di Federdistribuzione il confronto sui nuovi scenari prodotti dalle acquisizioni di Rinascente e Coin rispettivamente dalla cordata Pirelli Re Borletti e fondo Pai. Tra breve Giovanni Cobolli Gigli, per molti anni al timone di Rinascente dovrebbe lasciare il gruppo distributivo, ma dovrebbe rimanere in carica come presidente di Federdistribuzione.

          Infine, l’assemblea dei soci di Interdis ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione e ha rinnovato l’incarico di presidente a Paolo Barberini, che continuerà a guidare il gruppo per i prossimi tre anni.
          Gianni Cavalieri è stato nominato vicepresidente. Barberini, 45 anni, è amministratore delegato della Midal Spa di Roma.

        ( V. Ch.)