BARI: IMPIEGATI AREA COMMERCIO NATUZZI, PRONTI A SCIOPERARE!

11/06/2008

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

www.filcams.cgil.it

10 Giugno 2008

BARI: IMPIEGATI AREA COMMERCIO NATUZZI, PRONTI A SCIOPERARE!

Massiccia partecipazione degli impiegati all’assemblea sindacale indetta dalla FILCAMS-CGIL e FISASCAT-CISL di Bari

L’assemblea degli impiegati ha sviscerato il problema in tutta la sua drammaticità, i numeri negativi del fatturato della Natuzzi non sorprendono, né colgono impreparati. Nel corso dell’assemblea è stato ampiamente argomentato che la vicenda Natuzzi rappresenta solo la punta di un iceberg che ha visto la riduzione degli addetti che dai circa 12.000 del 2002 è scesa ai circa 7.000 del 2007, con una riduzione delle aziende da 500 a 163 nello stesso lasso di tempo. I lavoratori condividono l’analisi della crisi del settore e le iniziative proposte da CGIL CISL UIL e dalle Federazioni di Categoria.

Nel contempo gli impiegati della Natuzzi dell’area servizi  non condividono il piano industriale presentato in data 27 maggio 2008 orientato solo alla pura riduzione del costo del lavoro, contestano che la direzione Natuzzi ha affrontato la crisi con estremo ritardo arrivando alla scadenza della CIGS senza nessun incontro preventivo con le OO.SS. di Categoria. Non accettano l’ipotesi del licenziamento di 1200 lavoratori, cosi come dichiarato dal management aziendale.

I lavoratori dell’area servizi per la prima volta partecipano massicciamente ad un’assemblea sindacale, i circa 70 lavoratori che hanno partecipato all’assemblee hanno dato un contributo notevole con un analisi dura ma molto precisa e utile,  anche alla direzione della Natuzzi – afferma il segretario Antonio Miccoli della Filcams-CGIL di Bari – le indicazioni degli impiegati pervenute nell’assemblee sono riassumibili in quattro azioni:

Relazioni Sindacali e Contrattazione di II livello: costruire delle relazioni sindacali positive al fine di salvaguardare e difendere i livelli occupazionali, valorizzare le professionalità e migliorare i livelli di efficienza, di redditività e di produttività con un percorso condiviso in una contrattazione di secondo livello al fine di superare l’attuale momento di crisi;

Innovazione e sviluppo: il marchio Natuzzi deve reagire alla crisi di mercato e del settore ampliando la gamma dei prodotti, diversificando la produzione, alcuni esempi positivi rivengono da aziende dello stesso settore che producono oltre ai divani anche altri prodotti; selleria per automobili, oppure interni per il settore nautico o altri complementi d’arredo;

Professionalità e formazione: il precedente accordo della CIGS prevedeva corsi di formazione professionale del personale finalizzato a consentire il recupero occupazionale, purtroppo questo strumento non è stato utilizzato appieno dalla direzione della Natuzzi. C’è la necessita di maggiori investimenti nella campo della formazione dei lavoratori, finalizzati anche alla polivalenza dei lavoratori, onde evitare di ricorrere all’utilizzo di nuove risorse sia a tempo determinato che non, esterne alle attuali in forze;

Ammortizzatori Sociali e lo Stato di crisi attuale:  tutti gli ammortizzatori sociali (Proroga CIGS – Contratti di Solidarietà) al fine della salvaguardia occupazionale devono esser collocati al fianco di un rilancio vero dell’azienda e del distretto murgiano. Gli Impiegati dell’area servizi non intendono rassegnarsi al declino, chiedono alle Istituzioni Locali e al Governo Nazionali un impegno forte per il rilancio del settore  e dell’area del distretto murgiano.

Una svolta per l’area degli impiegati della Natuzzi, – afferma Miccoli -  questi lavoratori erano isolati contrattualmente, infatti gli impiegati sono inquadrati nel CCNL Commercio e non in quello del settore del Legno. La presenza del sindacato in questi anni si è sviluppata maggiormente negli stabilimenti tra gli operai, domani Mercoledi 11 Giugno 2008anche gli impiegati sciopereranno insieme agli operai, ciò dovrà far riflettere Natuzzi, ciò dimostra che tutti i lavoratori non sono più disponibili a subire, e sono pronti a rivendicare con forza e dignità i loro diritti.

Nella giornata di Mercoledi 11 Giugno 2008 saranno effettuati presidi davanti agli ingressi della Natuzzi S.p.A. in Via Iazzitiello, 47 – Santeramo in Colle (BA).