Bari. Ferri, arrivano nuove denunce

12/01/2004


BARI

DOMENICA 11 GENNAIO 2004

 
 
Pagina III
 
 
L´INDAGINE
Ferri, arrivano le nuove denunce

I negozianti: "Siamo stati truffati"


          TRANI – Il piano di risanamento del custode giudiziale, Agostino Meale. Il futuro acquisto della Ferri Logistica da parte del gruppo friulano Bernardi (già proprietari di Postalmarket). Soprattutto, le nuove certezza per i 560 lavoratori eternamente con il posto in bilico. Le nuove certezze della holding Ferri non bloccano le indagini della Procura di Trani. In questi giorni sono stati iscritti nell´inchiesta nuovi elementi molto importanti: continuano ad arrivare querele (l´ultima da Udine per due milioni di euro) di negozianti truffati e si cerca di far chiarezza sui rapporti che i Ferri avevano con le banche. Nel registro degli indagati sono stati iscritti tre nomi di dirigenti (locali e nazionali) di banca Iccrea, l´istituto che prestò 15 milioni di euro agli imprenditori pugliesi. Questi soldi, versati in un conto scheletro della Cassa Rurale di Castellana Grotte che fa riferimento al gruppo Iccrea, sparirono in pochi giorni. La cifra complessiva del crack Ferri è di 400 milioni di euro.
          (g.fosch.)