BARI CARE SERVICE APPALTO PULIZIE MIULLI, 36 LICENZIAMENTI E PRESIDIO PERMANENTE DEI LAVORATORI

11/09/2013

11 settembre 2013

Bari Care Service Appalto pulizie Miulli, 36 licenziamenti e presidio permanente dei lavoratori

Da mercoledì 11 settembre, i lavoratori della Care Service di Acquaviva delle Fonti (Ba), in appalto presso l’ospedale Miulli, sono in presidio giornaliero permanente.
Da tre mesi senza retribuzione, la ditta ha preannunciato 36 licenziamenti su un organico complessivo di 148 dipendenti.
I tagli previsti iniziano a farsi sentire e i primi colpiti sono i lavoratori dell’appalto ausiliarato – trasporto degenti, analisi, referti medici – e pulizie dell’ospedale.

Da più di un anno le organizzazioni sindacali hanno denunciato agli organi competenti, a partire dalla Regione Puglia, le forti criticità riscontrante nell’appalto in questione, con il continuo ritardo delle retribuzioni, e il mancato versamento delle quote della cessione del quinto e quelle dei fondi pensionistici.

“Tutto questo è inaccettabile oltre che paradossale” afferma Antonio Miccoli segretario provinciale della Filcams-CGIL di Bari, “ i lavoratori dell’appalto Miulli vivono con estrema sofferenza questa situazione.Nei mesi scorsi abbiamo tentato di condividere un percorso con la dirigenza del Miulli per attuare un’internalizzazione dei dipendenti della Care Service che evitasse ricorsi legali per l’evidente interposizione di manodopera,

In questi giorni, si terranno molte iniziative sindacali ed istituzionali al fine di risolvere la vertenza, Venerdì 13 incontro convocato dal Sindaco di Acquaviva delle Fonti con la partecipazione delle organizzazioni sindacali e della dirigenza del Miulli.