Bari. Accordo tra Carrefour e Aligros

15/04/2005


    venerdì, 15 aprile 2005

    Pagina IX – Bari

      Intesa siglata con il gruppo pugliese, la società francese diventa leader nella regione
      Accordo tra Carrefour e Aligros
      nasce un gigante del commercio

        Sono coinvolti ben 160 punti vendita disseminati nelle cinque province Acquisito il 70 per cento dell´azienda che manterrà però il marchio Cash e Carry

        ILARIA FICARELLA

          La più grande piattaforma commerciale della Puglia. È il risultato dell´accordo siglato fra la società francese Carrefour e il gruppo Aligross, una delle più significative realtà pugliesi del settore distributivo attraverso la collegata Sviluppo Alimentare srl. L´accordo si è concretizzato proprio con l´acquisizione da parte di Carrefour del 70 per cento della società a responsabilità limitata e prevede che Aligross continuerà a gestire autonomamente e direttamente gli altri rami del gruppo, relativi in particolare all´ingrosso alimentare, in particolare con il marchio Cash & Carry, e del commercio al dettaglio non alimentare, oltre all´area tecnico – immobiliare.

          La piattaforma commerciale realizzata con l´agreement sottoscritto nei giorni scorsi prevede il coinvolgimento di 160 punti vendita, sia diretti che in franchising su una rete che ha chiuso il bilancio 2004 con una consistenza di oltre 160 milioni di euro. Di fatto, l´acquisizione della proprietà di Sviluppo Alimentare permette a Carrefour di realizzare un vastissimo programma di «colonizzazione commerciale» senza dover incorrere nelle disposizioni della legge regionale sul commercio che contingenta le nuove aperture di ipermercati in base a specifiche disponibilità per classi di superfici.

          Acquisendo invece direttamente i nuovi punti vendita, Carrefour applicherà un semplice cambio di marchio. Le ditte che passeranno sotto il controllo di Carrefour attraverso Sviluppo Alimentare sono il Gulliper, il Gulliver, il Gully e il Biondi: i cui negozi sono dislocati fra la provincia di Lecce, quella di Taranto e quella di Brindisi. Le insegne, nei prossimi mesi, come da accordi passeranno sotto il marchio Carrefour.

          Il gruppo francese, grazie a quest´accordo, solidifica ulteriormente la propria presenza in Puglia diventando leader della grande distribuzione sul territorio regionale e potendo fare affidamento oltre che sul marchio diretto anche su quelli di Gs e Diperdi. «La Puglia – dice Didier Fleury, amministratore delegato di Carrefour Italia – è una regione di forte interesse per la nostra azienda, così come tutto il Sud Italia. L´accordo s´inserisce nella strategia aziendale a favore del multiformato e quindi dello sviluppo di tutte le formule di vendita con cui Carrefour Italia opera».

          A guidare questa nuova fase della società Sviluppo alimentare sarà Brizio Montinari, già presidente e fondatore del gruppo Aligross. «Questo accordo – commenta Montinari – rende onore a un´azienda che sul territorio ha sempre lavorato con criteri innovativi e assoluta serietà e fa oggi del Salento la base della più importante catena di supermercati del Meridione, con ambiziosi programmi di sviluppo su tutto il territorio regionale». La Sviluppo Alimentare a guida Carrefour conterà, inizialmente, su 365 collaboratori. Per il momento non sono previste nuove assunzioni. Ma sia i vertici francesi che quelli della società salentina hanno già garantito che gli attuali livelli occupazionali verranno mantenuti.