B.B.C. Srl (OBI) AMB Italia – Ipotesi di Accordo II° Livello

FILCAMS-CGIL

Roma, 28 ottobre 2005

Oggetto: B.B.C. S.r.l. (OBI) AMB – Italia
Ipotesi di Accordo II° livello

TESTO UNITARIO Alle Filcams – CGIL
Interessate

                            Alle RSU/RSA OBI
                                Loro Sedi

    Vi trasmettiamo copia della Ipotesi di accordo sottoscritta il 12/10/u.s., con la quale, per tutte le aziende riportate in allegato, si è concluso il negoziato per il rinnovo del CIA.

      Tale ipotesi è condizionata all’esito della consultazione (Vedi art. 10) che dovrà essere conclusa entro il 30 novembre p.v.
      Al riguardo le segreterie Nazionali, unitamente al coordinamento presente alla fase conclusiva della trattativa hanno espresso un positivo giudizio su quanto realizzato ed in particolare:

      PREMESSA ALL’ACCORDO
      Nella premessa, oltre alla cronistoria del percorso contrattuale, viene confermato l’impegno della B.B.C. (OBI) a raccomandare l’adesione all’accordo da parte delle aziende operanti in franchising con marchio OBI.
      Viene altresì confermata la dichiarazione circa il valore dei Comitati Aziendali Europei.

      SISTEMA DI RELAZIONI SINDACALI
      Per questo Istituto nel mentre viene confermato il modello già previsto dal precedente CIA (Diritto di informazione, ruolo e compiti del Livello Nazionale e del Livello Decentrato) si migliora l’articolo relativo al “Funzionamento delle Relazioni Sindacali” incrementando sia il numero dei componenti il “Coordinamento Nazionale delle RSU/RSA (da cinque a sei) che il monte ore retribuito annuo
      spettante (da 200 a 350).

      RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME
      Per la prima volta viene previsto uno specifico articolo su tale tematica che, fermo restando una attenta gestione da parte nostra, regolamenta le richieste di passaggio da Full-Time a Part-time e viceversa.

      NUOVE APERTURE
      Su questa tematica viene rafforzato il diritto a confrontarsi a livello decentrato e solo in tale occasione negoziale si potrà definire di prorogare a 24 mesi il termine massimo di durata per la sottoscrizione di contratti a tempo determinato per il personale adibito alla nuova struttura.
      Nel caso di accordo, a tale personale sarà applicato il premio di produttività previsto per i lavoratori a tempo indeterminato così come disciplinato all’articolo 8) del CIA.

      APPALTI
      Anche su questa tematica, per la prima volta, le aziende firmatarie del CIA dichiarano il loro impegno a verificare che tutti i contratti di appalto, attivi o attivabili direttamente dalle stesse, risultino impostati nel rispetto delle norme contrattuali e di legge vigenti.

      FORMAZIONE
      Su questo importante tema viene confermato quanto previsto dal precedente CIA e pur non avendo fissato una data precisa, la Obi ha dichiarato che al più presto avanzerà richiesta di incontro per predisporre specifici progetti condivisi da presentare agli organismi bilaterali allo scopo già costituiti.

      PREMIO DI PRODUTTIVITA’
      Su questo Istituto, fatto salvo l’impianto già previsto dal precedente CIA, in particolare quello riferito al budget annuale per ogni punto vendita, lo stesso è stato così aggiornato:
      ·premio base” per ogni dipendente full-time il valore del premio base è pari a 550 Euro rispetto al precedente di 516 Euro. Tale valore potrà risultare incrementato del 20% a fronte del conseguimento di un obbiettivo aggiuntivo che annualmente verrà scelto per ciascun punto vendita tra i seguenti:
      ·“obbiettivi aggiuntivi” Contenimento differenze inventariali – Incremento dello scontrino medio – Incremento del numero dei clienti – Risultato del Customer Barometer.
      ·“criteri di ripartizione” oltre alle ore considerate effettive dal precedente CIA, quelle effettuate nei giorni festivi e domenicali verranno calcolate con un coefficiente moltiplicatore di 1,30.
      ·“correttivo” il precedente correttivo sull’assenteismo ed i relativi coefficienti moltiplicatori vengono confermati per le assenze contenute nel 2 nel 4 e nel 6 per cento, mentre sono stati modificati quelli delle assenze contenute nel’ 8% che dal 50% passa al 60%. Sono stati aggiunti due ulteriori coefficienti, quello delle assenze contenute nel 10% che corrisponde il 40% e quello superiore al 10% che corrisponde a 0%..

      Quanto sopra, in sintesi, è il risultato del negoziato, va da se che il nostro giudizio positivo non esclude la necessità di una maggiore presenza del Sindacato nella azienda che, come convenuto con il coordinamento, dovrà essere affrontata e praticata, considerando l’accordo di rinnovo del CIA come una ulteriore tappa per tale obbiettivo.
      Nel chiedervi di trasmettere alle scriventi l’esito della consultazione, cogliamo l’occasione per porgere i più cordiali saluti.

                        la FILCAMS-CGIL Nazionale
                        Piero Marconi

      All. 2

VERBALE 12_10_05.docAllegato A.xls