Aviogrill, è sciopero a Bologna

11/12/2000




09 Dicembre 2000



AVIOGRILL
E’ sciopero a Bologna

ANTONIO SCIOTTO

Idipendenti dei bar dell’aeroporto di Bologna hanno ripreso a scioperare. Da tre giorni i locali della Air Service – dal prossimo gennaio a marchio Aviogrill, società mista di Autogrill e Sab (società aeroportuale bolognese) – sono chiusi. Già qualche settimana fa, i 44 baristi avevano scioperato per non perdere il lavoro nel passaggio di gestione dei locali. Aviogrill avrà infatti il monopolio della ristorazione aeroportuale e occuperà 150 persone. Inizialmente, era stato proposta la riassunzione di 29 ex dipendenti e l’esubero per gli altri 15. Dopo il primo sciopero, anche i 15 "esclusi" sono rientrati in ballo, ma le offerte sono di basso profilo. "I 29 riassunti – dice Savina Ragno (Filcams Cgil) – perderebbero l’anzianità e i livelli retributivi finora acquisiti. Ci sono lavoratori con 28 anni di anzianità, che passerebbero da 2.600.000 lire mensili a 1.500.000 lire. Per tutti gli altri sono stati offerti posti da facchini, part-time nei locali autostradali Autogrill, la riassunzione in altre strutture Air Service, con l’azzeramento di premi e anzianità". I due primi giorni di sciopero hanno già comunque sortito un primo effetto: questa mattina i sindacati incontreranno le aziende associate in Aviogrill.