Autogrill, verso l’approvazione del contratto integrativo aziendale

18/09/2015

Si sta ultimando in queste ore, il conteggio dei risultati delle votazioni a scrutinio segreto delle lavoratrici e dei lavoratori Autogrill che nelle giornate del 14 e 15 settembre hanno espresso il proprio parere sull’ipotesi d’accordo per il rinnovo del contratto aziendale.

Più dell’80% dei dipendenti consultati del colosso della ristorazione, hanno votato favorevolmente al testo siglato all’inizio dello scorso luglio, dalle organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs.

In un forte contesto di crisi, le parti sono riuscite a definire una sintesi equilibrata che tenesse conto delle esigenze di recupero di competitività dell’impresa e nel contempo salvaguardasse il patrimonio di diritti e tutele ottenuto in anni di contrattazione, introducendo novità interessanti sul fronte del welfare e del sistema di retribuzione variabile legato agli andamenti aziendali e alla produttività.

“Un risultato oltre ogni più rosea aspettativa” afferma Cristian Sesena Segretario nazionale Filcams Cgil che ha seguito tutta la vertenza: “l’ampio consenso che si sta delineando su questo accordo riconosce l’importanza di un percorso condiviso che vuole rimettere al centro il lavoro e la partecipazione attiva degli addetti alla vita della loro impresa.
La palla ora passa ad Autogrill chiamata a dimostrare con atti concreti di meritare la fiducia che ancora una volta le maestranze le hanno dimostrato. Ci attendiamo politiche commerciali intelligenti finalizzate a riaffermare la storica leadership che questa multinazionale ha sempre esercitato nel mercato della ristorazione commerciale e in concessione e che la crisi aveva messo in forte discussione. Non solo: questa vertenza può e deve esercitare un’azione di stimolo anche per quanto riguarda il rinnovo del contratto nazionale fermo da quasi 3 anni. Anche su questo fronte Autogrill ha la possibilità di influire autorevolmente, promuovendo una decisiva accelerazione al negoziato”.