Autogrill: Spegneremo gli occhi-spia

23/11/2000



23 Novembre 2000

AUTOGRILL
Spegneremo gli occhi-spia

Autogrill fa marcia indietro. Ammette che le telecamere di sicurezza installate in alcuni locali, come denunciato dal manifesto, possono essere usate per controllare abusivamente i dipendenti e decide di spegnere gli occhi-spia. "Da due giorni – dichiara l’azienda – abbiamo inviato il dirigente responsabile della sicurezza a fare una ricognizione a tappeto in tutti i locali. L’indagine dovrebbe prendere dai 7 ai 10 giorni. Ci impegnamo a garantire che alla fine di questo periodo tutte le telecamere a rischio saranno fissate in modo che nessuno possa utilizzarle per controllare i lavoratori, o, in extrema ratio, oscurate. La verifica è tesa anche a capire se, come hanno dichiarato i sindacati, nei locali in questione si fosse in assenza di precisi accordi su questi modelli di telecamere. In questo caso, i rappresentanti dei lavoratori verranno immediatamente convocati". I sindacati, dal canto loro, si dichiarano soddisfatti. Gabriele Guglielmi, della Filcams-Cgil nazionale, dice che "all’azienda si era allungato il naso quando aveva dichiarato inizialmente che la colpa era di un singolo direttore. Prendiamo atto con piacere che la ricognizione è stata avviata in tutto il territorio nazionale, perché il rischio è nazionale. E anzi invitiamo i dirigenti a un confronto immediato su questo problema". (An. Sci.)