AUTOGRILL SPA – Bozza di documento per la piattaforma

Bozza di documento per la piattaforma Autogrill SpA

Premessa

Il rinnovo del CIA Autogrill si colloca in una fase delicata della vita dell’Azienda che ha conosciuto negli ultimi armi consistenti variazioni al proprio interno. I principali dati di bilancio dall’azienda indicano che tra il 1995 e il 1999 essa ha continuato a crescere ottimizzando le risorse a sua disposizione, concentrandosi sulla propria attività principale e riducendo il contributo della parte finanziaria. In sintesi dai bilanci dell’Autogrill emerge il seguente quadro:

Principali dati di conto economico Autogrill
(milioni di lire)

DATI DI BILANCIO / ANNI
1995
1999
Variazione %
Fatturato totale (valore della produzione)
1.541.010
1.786.690
+ 15,9
Costo delle materie prime
818.652
851.232
+ 4,0
Costo per servizi
86.888
110.324
+ 27,0
Costo per canoni di affitto
112.363
159.222
+ 41,7
Costo del lavoro
367.482
412.936
+ 12,4
Ammortamenti
63.484
112.239
+ 76,8
Altri costi operativi
12.011
18.375
+ 53,0
Costi totali della produzione
1.460.881
1.664.328
+ 13,9
Diff. Tra valore e costo produzione
80.129
122.362
+ 52,7
Inc.% differenza su fatturato
5,2%
6,8%
+ 1,6
Inc.% costo del lavoro su fatturato
23,8%
23,1%
- 0,7

Per quel che concerne le due principali articolazioni operative dell’azienda, in termini di fatturato la rete autostradale passa da 1105 miliardi (1995) a 1.360 miliardi (1999), con una crescita di 55 miliardi pari al +4,2%. Da parte sua la rete urbana passa invece da 183 (1995) a 304 miliardi, con una crescita di 121 miliardi pari al +66,1%.La rete urbana che nel 1995 costituiva il 12,3% del fatturato e il 18,9% dell’organico, nel 1999 è arrivata a costituire il 18,3% del fatturato e circa il 25% dell’organico.

In linea generale l’evoluzione dei dipendenti dell’Autogrill in questi anni è riassunta dalla seguente tabella, tratta dai dati che l’azienda ci ha fornito ai sensi delle norme sulle pari opportunità.

Valori assoluti (teste)

Tipologia di rapporto lavorativo
1995
1997
1999
Var. 95-99
Tempo indeterminato full-time
4860
4900
4544
- 316
Tempo indeterminato part-time
1663
2035
2419
+ 756
Totale Tempo indeterminato
6523
6935
6963
+ 440
Tempo determinato full-time
551
333
29
- 522
Tempo determinato part-time
0
341
1231
+ 1231
Totale Tempo determinato
551
674
1260
+ 709
CFL full-time
897
295
91
- 806
CFL part-time
0
738
1328
+ 1328
Totale CFL
897
1083
1419
+ 522
Totale dipendenti Full-time
6308
5528
4664
- 1644
Totale dipendenti Part-Time
1663
3164
4978
+ 3315
TOTALE GENERALE
7971
8692
9642
+ 1671

In sostanza, nel quadro di una generale crescita dell’occupazione:

1.calano in misura sostenuta (1664 unità) i lavoratori a full-time sia a tempo indeterminato sia a tempo determinato e con CFL;
2.i lavoratori con contratto a part-time più che triplicano e costituiscono oggi oltre il 50% dell’organico;
3.anche i lavoratori a tempo determinato sono più che raddoppiati e sono quasi tutti con contratto a part-time
4.cresce il numero dei CFL, anche in questo caso quasi tutti a part-time.

Sulla scorta di tali dinamiche, le linee guida del rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale saranno:
1.definire compiutamente l’area di applicazione del contratto integrativo Autogrill come l’insieme di norme operanti sull’intero perimetro dell’Azienda
2.l’integrativo del 1996 fu giocato in sostanza su due temi: la flessibilità del part-time e il meccanismo di salario variabile. La mutata fisionomia che via, via Autogrill sta assumendo, le modificazioni strutturali intervenute nella composizione degli organici e il parallelo tentativo dell’azienda di destrutturare il tessuto di norme contrattuali, ci impongono di dedicare grande attenzione all’insieme dei temi collegati all’organizzazione del lavoro –professionalità, mansioni, modalità di svolgimento della prestazione -; all’esercizio delle relazioni sindacali, con particolare riferimento a quelle decentrate; e a ricomporre, specie in questa Azienda, le condizioni dei lavoratori occupati nelle più diverse modalità.

Questi i temi attorno ai quali costruire la piattaforma:

1.Sfera di applicazione

Autogrill SpA estende sempre più la sua presenza nell’intero settore della ristorazione, sia in Italia, che all’interno e fuori l’Unione Europea. Nello specifico della realtà italiana la presenza extra autostradale è in progressivo aumento (anche con le insegne Ciao, Spizzico, Burger King) con una considerevole presenza nelle città, nelle stazioni e negli aeroporti. Appare pertanto conseguente l’obiettivo di un Contratto Integrativo valevole per l’intera azienda Autogrill.

2.Diritti di informazione e relazioni sindacali

      Vanno resi più cogenti ed esigibili ai diversi livelli previsti.

3.Confronti negoziali decentrati

In considerazione della diffusa presenza di Autogrill sul territorio in diretto confronto con la concorrenza va anche valutata l’opportunità di sviluppare confronti negoziali, anche sul salario variabile, da definirsi nella contrattazione di secondo livello territoriale. Va reso esigibile il confronto decentrato previsto dal CIA vigente (Artt. 5, 6 e 36 del testo collazionato del 1988).

4.Classificazione

Vanno inquadrate correttamente tutte le figure professionali, con particolare riferimento a quelle che si evolvono con i mutamenti del servizio e dell’organizzazione del lavoro es. cuochi, pizzaioli, fattorini

    Va definita la posizione degli addetti con pluralità di mansioni anche mediante soluzioni di carattere classificatorio e/o monetario.

    5.Adeguamento alle nuove normative

    Il Contratto Integrativo Aziendale va armonizzato con le nuove normative in materia di: part time, congedi parentali, lavoro notturno e sicurezza.

    6. Salario

      Aggiornamento e adeguamento del meccanismo di salario variabile.

    7.Ulteriori temi e contenzioso

        Vanno rivisitate alcune problematiche inerenti ad es.: la fruizione delle ferie, l’indennità di malattia, …; come vanno approfonditi temi nuovi quali ad es. l’informazione sulle modalità di funzionamento della banca dati aziendale per l’incontro domanda-offerta di lavoro, l’utilizzo degli strumenti informatici a livello di punto vendita; vanno infine verificate le materie oggetto di contenzioso.