Autogrill: Pesa l’assenza di cedola

26/04/2002


Autogrill



Pesa l’assenza di cedola
MILANO – Benché l’avvio del nuovo esercizio sia confortante, ieri Piazza Affari ha penalizzato Autogrill con una perdita dell’1,18 a 12,85 euro per via della mancata distribuzione del dividendo relativo all’esercizio 2001. Dall’assemblea dei soci è infatti emerso che il primo trimestre dell’anno si è chiuso, per Autogrill, con «vendite superiori al budget», in particolare con una crescita «del +6% a livello di gruppo», che fa intravedere «un anno favorevole per l’esercizio in corso». Ad affermarlo è stato Gilberto Benetton al termine dell’assemblea di Autogrill che ha approvato il bilancio 2001 chiuso con un incremento dei ricavi netti del 7,4% e la decisione di non distribuire, appunto, dividendo per contribuire «alla crescita del gruppo». Per il futuro, Benetton prevede nuove acquisizioni, «sia in Italia che all’estero», da conseguire «sempre cash, purché diano prospettive di rientro». Ma, allo stato, il presidente ha preferito non fare annunci specifici. L’amministratore delegato del gruppo che opera nel campo della ristorazione per chi viaggia, Livio Buttignol, è stato inoltre riconfermato nella carica per altri tre anni.

V.D.G.
Giovedí 25 Aprile 2002