Autogrill – Nota esplicativa dell’Ipotesi di Accordo

Nota esplicativa dell’ipotesi di accordo 18-07-2006 per il rinnovo del CIA Autogrill

Premessa

L’allegata ipotesi di accordo rappresenta il frutto di oltre 8 mesi di trattative con Autogrill, e chiude un cerchio di negoziati che ha riguardato anche altre aziende operanti sull’autostrada e che hanno sotttoscritto un contratto aziendale per la prima volta (es. Moto, My Chef, Sarni).

1) Relazioni sindacali, diritti di informazione, responsabilità sociale di impresa

Oltre a confermare i livelli di confronto nazionale e decentrato previsti dal CIA 20.11.2001 il punto vendita torna ad essere il livello destinato al confronto su tutti i temi legati all’organizzazione del lavoro, agli orari, alle turnazioni, all’equilibrata distibuzione dei carichi e dei turni di lavoro.

Inoltre:
"A livello di unità produttiva potranno realizzarsi momenti di confronto preventivo finalizzato anche al raggiungimento di eventuali intese formalizzate relativamente a problematiche legate a:

?ristrutturazioni
?piano ferie annuale
?modifiche all’articolazione dell’orario di lavoro del punto vendita
?ore supplementari part-time e variazioni temporanee d’orario
?significative innovazioni: di prodotto, di tecnologia, di processo
?dismissioni e scadenze concessioni
?franchising
?terziarizzazione
?modifiche significative di organizzazione del lavoro oltre al monitoraggio relativo all’andamento dei parametri che costituiscono il Premio di Risultato, così come previsto nello specifico capitolo

Si è inoltre prevista la sperimentazione di una procedura di confronto al livello superiore in caso si mancati accordi a partire dal livello di punto vendita.

2) Per la prima volta viene inserito nel CIA un capitolo sulla Responsabilità Sociale di Impresa col quale Autogrill si impegna in:

-iniziative a favore dello sviluppo sostenibile
-tutela delle condizioni di lavoro anche nei confronti dei collaboratori dei propri partners e fornitori oltre che adozione di misure di maggiore tutela in caso di appalti e terziarizzazioni
In particolare Autogrill assume impegni specifici nei confronti delle persone con disabilità, sia in riferimento all’inserimento lavorativo di persone disabili, sia con una particolare attenzione nei confronti della clientela prevedendo miglioramenti nelle politiche di accoglienza, anche mediante processi formativi, sia attivando specifiche iniziative quale quella svolta in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia che prevede l’offerta ristorativa "speciale" in 30 locali dal 2006 e 100 entro il 2007

E’ stato inoltre esteso il diritto allo studio ed è stato recepito l’accordo sull’apprendistato del 22 dicembre 2004.
Sono state recepite inoltre le intese relative alle tutele dei lavoratori in appalto.

Sulla copertura assicurativa-previdenziale in caso di malattia è stato finalmente raggiunto il risultato della copertura di ogni evento; è stato mitigato il sistema, previsto nel meccanismo del premio variabile, penalizzante sulle assenze per malattia passando al calcolo nel numero di eventi;si è prevista la conservazione del posto per gli infortunati

3) L’integrale riformulazione del capitolo sul lavoro a tempo parziale è stato uno degli aspetti più difficili di questo rinnovo che ha trovato la definizione di una cornice a livello nazionale, ma che necessita di due successivi passaggi, il passaggio negoziale in ogni punto vendita (anche per verificare l’aumento delle ore settimanali individuali); l’eventuale proposta di novazione contrattuale ad ogni singolo lavoratore.

In primo luogo è stata estesa la possibilità di trasformazione temporanea da FT a PT per rispondere a esigenze quali la maternità (fino a 36 mesi di età del bambino) e di adozione (12 mesi). Si è impostata inoltre la nuova turnazione a settimane alternate che dovrà comunque garantire:
-massimo un turno notturno per ogni turnazione di 3, 4 o massimo di 5 settimane; che il turno notturno venga lavorato in turno verticale di 8 ore
-una domenica libera ogni 5

Si è inoltre prevista la possibilità di accedere alle clausole flessibili (spostamento dell’orario nel giorno o nella settimana) e non alla clausole elastiche (aumento dell’orario individuale di lavoro contrattato) privilegiando l’inserimento dei part time nella turnazione programmata dei turni di tutti gli addetti al punto vendita, prevedendo una maggiorazione minima in caso di comunicazione della variazione con lungo preavviso (es. +1% paga di fatto per preavviso di oltre 7 giorni) e, massima per comunicazione con breve preavviso (fermo restando il preavviso minimo di almeno 2 giorni, + 5% di maggiorazione)

Si è inoltre prevista la possibilità di cambio turno a richiesta di due dipendenti e la possibilità di uscire dalle clausole flessibili per una serie di causali; e anche senza causali, in quest’ultimo caso nel limite del 5% annuo delle richieste.

4) Si è affrontato il tema dell’orario di lavoro, compresa la problematica dei tempi di vestizione-svestizione, prevedendo, fermo restando quanto già in essere per la consumazione del pasto, un pausa retribuita aggiuntiva di 10 minuti per tutto il personale part time; ed una ulteriore pausa retribuita aggiuntiva di 10 minuti per il personale in turno superiore alle 6 ore.

5) In Autogrill sono occupati oltre 10.500 lavoratori; di questi oltre 5.600 sono un quadrati al 5′ livello, 2.700 al 6′ e meno di 100 al 7′. Molti di questi lavoratori svolgono da anni pluralità di mansioni; una parte di lavoratori (es, baristi autobar) ha un riconoscimento economico previsto contrattualmente per queste attività aggiuntive (circa 9.00 euro); altri le svolgono senza percepire ulteriori indennità; altri non svolgono pluralità di mansioni. Si è convenuto che, previa manifestazione di volontà da parte del lavoratore che oggi non svolgesse tale tipologia di attività, potrà chiedere di svolgere le mansioni di operatore pluriservizio, allo stesso verrà assegnata la mansione di operatore pluriservizio e sarà corrisposta una indennità mensile di 20,00 Euro e se inquadrato a livello inferiore al 5′, l’immediato passaggio al 5′ livello (es. lavoratore inquadrato al 6′ livello: 20.00 + 53,37 euro di differenza fra 6′ e 5′ = 73,37 euro mensili più differenziale sugli scatti di anzianità maturati)

6) Fermo restando il salario integrativo fisso aziendale sono state apportate alcune innovazioni sul premio di risultato:
-il parametro preso a riferimento MOL (Margine Operativo Lordo) sarà fisso, quello del 2005 e gli incrementi futuri, deflazionati, si misureranno su tale base per l’intera durata del contratto a parità di punti vendita
-il premio maturato verrà erogato anche agli occupati eventualmente passati in gestione ad altra azienda
-è stato modificato il sistema legato alle brevi malattie introducendo il numero di eventi
-l’entità massima del premio passa dagli attuali 1.033 euro, ai 1100 del 2006, 1150 del 2007 e 2008, 1200 del 2009

7) La durata del CIA è quadriennale, decorrerà dall’approvazione dell’ipotesi e durerà fino al 2009 in armonia con i CIA delle altre principali imprese che operano prevalentemente in ambito autostradale.

Le assemblee di consultazione per approvare l’ipotesi di piattaforma si svolgeranno lungo tutto il mese di agosto e settembre.Al termine della consultazione si procederà alla sottoscrizione dell’intesa definitiva che darà corso all’applicazione dell’accordo.

Roma 19/07/2006

p.La Filcams Cgil p.La Fisascat Cislp.La Uiltucs Uil
Guglielmi Pirulli Marroni

All.1 – Ipotesi Accordo CIA