Autogrill, esito incontro 19/07/2011

Roma , 21 luglio 2011

vi comunichiamo l’esito dell’incontro con la Direzione Autogrill, tenutosi martedì 19 luglio 2011, dove abbiamo illustrato la piattaforma per il rinnovo del CIA.

Come sindacato abbiamo presentato e argomentato la piattaforma, specificando e affermando unitariamente, che il maggior obbiettivo comune deve essere quello di sviluppare e applicare una strategia aziendale, la quale deve basarsi su di un’azione che possa garantire l’armonizzazione tra i diritti di impresa (derivanti anche dalle concessioni), ed il miglioramento economico e normativo contenuti nei punti della piattaforma.
Per questo abbiamo chiesto di individuare migliori strumenti di informazione finalizzati al raggiungimento di obiettivi comuni, partendo dalle diverse tipologie di concessioni e gare di appalto, dai servizi di controllo e di qualità e su tutto ciò che può migliorare la qualità del servizio, sapendo che tutto ciò si può realizzare solo attraverso un maggior coinvolgimento ed impegno da parte di tutti a partire dall’Associazione datoriale Fipe, presente all’incontro.
Così come abbiamo dichiarato che necessita costruire maggiori garanzie anche per quei lavoratori che operano presso aziende controllate da Autogrill, in quanto è inaccettabile quello che avviene relativamente alle procedure di cessazione di ramo di azienda, attivate in alcune aree autostradali, le quali vengono cedute a società controllate da Autogrill, elemento che sta a dimostrare che l’Azienda intende solo ridurre i costi.
Altro punto importante posto, riguarda il come sviluppare maggiormente una politica sindacale Europea attraverso il CAE, visto l’importanza e la dimensione che questa azienda sempre più rappresenta a livello Internazionale.
Inoltre si è affrontato come far si che le Commissioni possano essere strumento indispensabile per migliorare le relazioni sindacali.
L’Azienda di risposta, pur dichiarando di essere disponibile al negoziato, ha posto alcune considerazioni di carattere generale relative alle condizioni di crisi economica che stiamo attraversando, sia nel nostro paese che in Europa, evidenziando come anche il settore ne sia coinvolto.
Nonostante tutto l’Azienda ha ribadito che sta investendo attraverso un progetto di nuovi modelli di servizio, ristrutturazioni e maggior gestione degli spazi commerciali
Ha inoltre esternato, come la produttività aziendale dal 2003 ad oggi non sia cresciuta, che i costi continuano ad aumentare, a partire dal costo del lavoro, facendo notare anche un peso significativo dovuto all’assenteismo per malattia. Cosi come i costi delle royalty e quelli delle riorganizzazioni e ristrutturazioni.
Ha evidenziato che ci sono molte giornate retribuite ma non produttive e che tutto questo costa all’azienda 9 milioni di euro all’anno.
Rivendicando in ultimo la possibilità di applicare ai nuovi assunti il CIA con ulteriore gradualità, vale a dire dopo 36 mesi dall’assunzione.
Come Sindacato abbiamo fatto presente che le cose poste dall’azienda sono punti delicati, che vanno analizzati attraverso dati precisi e argomentazioni fondate e che alcuni costi di gestione fanno parte del rischio d’impresa e non possono essere caricate sui lavoratori.
Relativamente all’assenteismo, abbiamo ribadito che bisognerebbe analizzare in primis quali sono le ragioni per cui le persone si ammalano, intervenendo maggiormente sull’organizzazione e i carichi di lavoro, proponendo per affrontare seriamente il problema, l’intervento della commissione sicurezza.
Inoltre nel corso dell’incontro si è provveduto a sottoscrivere due accordi:
uno sullo “stress da lavoro correlato”, che prevede una Commissione su tale argomento, l’altro sulla “defiscalizzazione di alcuni istituti economici contrattuali” che alleghiamo.
Alla luce di quanto sopra si sono concordati 2 incontri:

1° il giorno 19 ottobre p.v. per la Commissione Sicurezza

2° il giorno 20 ottobre p.v. per il proseguo della trattativa del CIA
( il luogo e l’ora vi saranno comunicati il prima possibile.)

Riteniamo che l’avvio della trattativa per il rinnovo del CIA sia un fatto positivo, per questo, necessita l’ impegno di tutti per conseguire un risultato positivo.
Pertanto riteniamo opportuno convocare prima degli incontri previsti, il Coordinamento Filcams Autogrill, subito dopo il periodo feriale, al fine di coordinarci meglio per essere tutti parte attiva della trattativa. Sarà nostra premura comunicarvi la data prima possibile.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Lucia Anile

- Accordo detassazione
- Accordo Stress da lavoro correlato