Autogrill cambia holding e cerca un partner estero

05/12/2006

    marted� 5 dicembre 2006

    Economia, pagina 38

      Il gruppo dei Benetton punta al Sud America

      Autogrill cambia holding
      e cerca un partner estero

        ARMANDO ZENI
        MILANO

          Passa dal controllo diretto di Edizione Holding a quello indiretto di una nuova societ�, Schematrentaquattro, la presa dei Benetton sulla maggioranza (il 57,09%) di Autogrill. Il riassetto delle partecipazioni del gruppo di Ponzano Veneto prosegue e, dopo la costituzione di Sintonia, creata per detenere le partecipazioni nel settore utility a cominciare dal 20% di Olimpia-Telecom Italia, ieri il consiglio d’amministrazione di Edizione Holding ha deliberato di conferire il 57,09% di Autogrill alla nuova societ� Schematrentaquattro per ora controllata al 100%. L’operazione, salutata positivamente in Borsa con il rialzo del titolo dell’1,36%, � in un certo senso la fotocopia di quanto a suo tempo fatto per Autostrade: anche in quel caso tra Edizione Holding e la societ� controllata si era costituita una societ� filtro, Schemaventotto, stesso schema, identico obiettivo che � poi quello di far entrare nel capitale un azionista di minoranza. Nel caso di Schemaventotto-Autostrade, i Benetton si erano tenuti il 60% cedendo il restante 40% a Unicredit, Generali, Fondazione Crt e alla spagnola Abertis. Con Schematrentaquattro l’idea � quella di cercare un nuovo socio per Autogrill. Insomma, la ratio del conferimento che verr� perfezionato nelle prossime settimane, � ben sintetizzata dal comunicato emesso ieri al termine del consiglio di Edizione presieduto da Gilberto Benetton: �L’operazione � finalizzata a predisporre una struttura di controllo di Autogrill pi� flessibile, idonea a favorire la valorizzazione della partecipazione anche mediante il coinvolgimento di eventuali partners industriali di lungo periodo che, fermo restando il controllo in capo a Edizione Holding, possano assicurare il massimo supporto ai piani di crescita internazionale del gruppo Autogrill�.

          Nessun nome, nessuna indiscrezione sull’identikit del possibile partner. Ma la direzione in cui ci si muove in casa Benetton � in un certo senso ben circoscritta: tanto per cominciare, esclusa una partnership finanziaria, si punta decisamente su un socio industriale e quindi su un partner operativo con il quale sviluppare i business di Autogrill, da quello tradizionale della ristorazione autostradale ai nuovi business nei servizi aeroportuali; secondo, si tratter� di un socio straniero per il semplice motivo che punta all’estero l’espansione di una societ� che in Italia, per i legami (proprietari) che la legano ad Autostrade e quindi per questioni antitrust, � ormai plafonata.

          Considerando il buon posizionamento di Autogrill in Nord America in Europa centrale, le aree di possibile sviluppo sono facilmente elencabili: il Nord Europa, l’Asia, il Medio oriente. Ma c’� anche l’ipotesi del Sudamerica dove l’Autogrill guidata da Tondato da Ruos non nasconde l’ambizione di sbarcare in forze, ovviamente in compagnia di un partner locale.