AUTOGRILL ANNUNCIA LA CHIUSURA DI ALTRI 2 LOCALI A MILANO, 52 POSTI DI LAVORO A RISCHIO

19/11/2013

19 novembre 2013

Autogrill annuncia la chiusura di altri 2 locali a Milano, 52 posti di lavoro a rischio

Venerdì 16 novembre Autogrill ha comunicato l’apertura di una nuova procedura di licenziamento collettivo per 52 lavoratori impiegati presso il Ciao di Corso Europa a Milano (23 dipendenti) e per il punto vendita di Viale delle Industrie a Corsico (29 dipendenti).
Solo il 12 novembre, 6 giorni fa, in Regione Lombardia si è chiusa la procedura di licenziamento collettivo per il personale della sede Autogrill di Rozzano che ha visto la ricollocazione di 29 dei 43 esuberi annunciati a fine giugno in altre posizione lavorative. Altri 11 lavoratori hanno la possibilità di accettare le ricollocazioni offerte entro il 30 novembre, mentre per i restanti 3 lavoratori l’azienda non ha offerto alcuna possibilità di ricollocazione.
Le chiusure del locale storico di Corso Europa e di quello di Corsico vengono motivate con le scadenze dei relativi contratti di affitto.
“Motivazioni analoghe” spiega la Filcams Cgil di Milano “ci sono state presentate in altri casi ove, nei locali lasciati con la scusa di “scadenza locazione”, sono poi subentrate altre attività di ristorazione. Facendo sorgere il fondato sospetto che la cessazione del contratto di affitto venga presa a pretesto per disfarsi del personale presente.”
Autogrill ha appena ristrutturato il locale autostradale di Villoresi, ampliato quello di Duomo e ha aperto in stazione Centrale numerosi punti vendita compreso il nuovo Bistrot.
Ci sono quindi le possibilità di trovare una collocazione lavorativa ai dipendenti di Corso Europa e Corsico. “Dal 16 novembre” conclude il sindacato “partono i 45 giorni previsti dalla legge per trovare un accordo in sede sindacale e noi faremo di tutto affinchè questo si verifichi.”