Aumentate le donne occupate

17/03/2004

ItaliaOggi (Economia e Politica)
Numero
065, pag. 7 del 17/3/2004

Aumentate le donne occupate

Il mercato del lavoro diventa sempre più rosa: nell’ultimo decennio, le donne hanno aumentato la loro quota occupazionale dal 34,9% al 38,4%. Secondo i dati dell’ottavo censimento dell’Istat, tra le lavoratrici dipendenti l’incremento è stato pari al 5,5%, grazie alla crescita dei servizi (privati e pubblici) nel commercio al dettaglio e nei pubblici esercizi. Le lavoratrici indipendenti, invece, sono diminuite dell’1,5%. Si tratta di un calo dovuto alla forte riduzione del numero dei piccoli esercizi commerciali, che ha coinvolto 150 mila donne, oscurando l’aumento di circa 95 mila occupate, titolari o coadiuvanti, nelle attività professionali.

Tra i settori dove ´donna è bello’ vi sono sicuramente l’istruzione, dove la presenza femminile ha raggiunto il 69,4%, la sanità e assistenza sociale (61%), i servizi pubblici, sociali e personali (49,1%) e gli alberghi e ristoranti (48,8%). Nel settore delle costruzioni, invece, la quota delle donne è risultata bassissima (9%). Le crescite minori, con aumenti di oltre 7 punti percentuali, si sono registrate nella pesca, nella sanità e assistenza sociale e nell’intermediazione finanziaria.