Aumenta la cassa (+ 17%)

06/07/2005
    mercoledì 6 luglio 2005

    ITALIA LAVORO – pagina 20

      Dati Inps / La crescita maggiore in Calabria, Sicilia, Liguria e Basilicata

        Aumenta la cassa (+ 17%)

          MILANO • Cresce il ricorso agli ammortizzatori sociali. A febbraio 2005 le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate per gli operai dell’industria, secondo i dati dell’Inps, sono state infatti 6.248.271, il 17,52% in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
          I valori cumulati sino al mese di febbraio confermano l’incremento, con un + 15,68% ( 13.017.765 ore).

          La regione che ha avuto una crescita maggiore è, nel raffronto febbraio febbraio, la Calabria, con + 645,18%, seguita dalla Liguria (+ 621,79%), dalla Basilicata (+ 529,30%), dal Molise (+ 343,84%), dalla Sicilia
          (+ 280,36%). In calo invece la Cig in Piemonte ( 10,56%), Lombardia
          (10,37%), Emilia Romagna ( 22,05%), Campania ( 15,34%). Se si guardano i valori cumulati fino al mese di riferimento la variazione più consistente si è registrata in Basilicata (+ 1.102,60%), seguita dalla Calabria (+ 224,15%), dal Molise (+ 168,17%), dalla Sicilia (+ 96,39%).

          Il calo più consistente è stato invece della Valle D’Aosta con 47,41 per cento. In diminuzione la cig per quanto riguarda gli impiegati dell’industria ( 6,44% nel raffronto febbraio febbraio, 9,36% i valori cumulati). Gli interventi straordinari per gli operai sono stati invece pressoché stazionari con un + 1,57% nel raffronto tra febbraio e febbraio e un + 2,61% se si prendono in considerazione i valori cumulati fino a febbraio.

          Rispetto all’anno precedente la regione che ha registrato un deciso incremento del ricorso alla Cigs è il Trentino Alto Adige (+ 1.154,24% nel raffronto tra i due mesi in considerazione, + 1.541,58% rispetto ai valori cumulati), seguito dalla Lombardia (+ 253,73%, 76,46%) e dal Piemonte (+ 179,60%, 124,40%). In calo invece la Cigs in Emilia Romagna ( 69,31%, 58,79%), Lazio ( 43,31%, 20,29%), Sicilia ( 17,10%, 16,92%), Sardegna ( 94,91%, 86,05%), Marche ( 57,10%, 13,64%), Puglia ( 23,53%, 41,93%). L’incremento complessivo degli interventi ordinari e straordinari nel Paese è stato nel 2005 ( valori cumulati fino a febbraio) del 7,07%, dell’ 8,26% nel raffronto febbraio 2005 febbraio 2004.