AUGUSTA, SCIOPERO DEI LAVORATORI DELLE PULIZIE DELLA MARINA MILITARE

11/02/2014

11 febbraio 2014

Augusta, sciopero dei lavoratori delle pulizie della Marina Militare

Il 100% dei lavoratori dell’appalto delle pulizie della Marina Militare di Augusta ha aderito alla prima delle tre giornate di sciopero proclamato dalla Filcams Cgil di Siracusa contro l’ulteriore taglio del 20% disposto dal Ministero della difesa.

I lavoratori hanno manifestato davanti alla base di Terravecchia ad Augusta, inevitabili i disagi alla circolazione a causa del rallentamento che hanno subito i veicoli in entrata, con i conseguenti ingorghi stradali.
Forte la solidarietà espressa ai lavoratori in sciopero da parte della cittadinanza e dei lavoratori della Marina in transito, che hanno pazientemente atteso innanzi al presidio dei lavoratori.
Il comando della Marina militare di Augusta ha convocato per l’11 febbraio un incontro con la segreteria Filcams cgil di Siracusa cui parteciperà l’Ammiraglio Camerini, Comandante marittimo autonomo di Sicilia.
“La tensione tra i lavoratori è altissima” ha dichiarato Stefano Gugliotta segretario della Filcams Cgil di Siracusa, “perché questo ulteriore taglio del 20% è insostenibile. Nonostante la convocazione da parte dell’ammiraglio il presidio e lo sciopero continueranno, ma non ci sottrarremo al confronto, e confidiamo che il comando marina Militare di Augusta possa darci notizie per tranquillizzare i lavoratori che ricordiamo, percepisco un salario molto basso e quindi non sono in grado di sopportare ulteriori tagli, viste le riduzioni degli ultimi 4 anni."