ATTIVO DELLE DELEGATE E DEI DELEGATI: LA DICHIARAZIONE DI FRANCO MARTINI

14/03/2011

14 marzo 2011

Attivo delle delegate e dei delegati: la dichiarazione di Franco Martini

Si è svolto a Milano l’attivo delle delegate e dei delegati del terziario della Filcams Cgil, alla presenza del segretario generale della Cgil Susanna Camusso.
Presso l’Auditorium Don Bosco sul palco si sono alternati delegate e delegati di ogni parte del territorio nazionale che hanno voluto esprimere la loro contrarietà alla firma del contratto per il rinnovo del contratto del Terziario firmato da Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, ma non dalla Cgil.
Il segretario generale della Filcams Cgil Franco Martini commenta cosi l’accordo separato: “E’ difficile trovare un argomento in grado di dimostrare che l’accordo separato per il rinnovo del Ccnl TDS consegnerà un contratto migliore di quello precedente. Basta una normale dose di obiettività per dire che sarebbe stato meglio tenersi il vecchio contratto, difendendo così diritti, significativamente indeboliti col nuovo accordo. Parlare, poi, di tratti innovativi in un contratto che di fatto vanifica il II livello contrattuale, riducendolo, attraverso le deroghe, a semplice grimaldello del contratto nazionale, significa confondere la fantasia con la realtà.
“La verità” prosegue Martini “è che si è assecondata la politica di Confcommercio, tesa a scaricare sul lavoro il peso principale della crisi dei consumi. Un’operazione a perdere, dato che non esiste alcuna contropartita in termini occupazionali, ne’ di crescita dei salari.”
E riferendosi alla proposta avanza dalla Filcams di sottoporre l’accordo al voto delle lavoratrici e dei lavoratori, il segretario afferma “Cisl e Uil debbono spiegare, infine, perché a Pomigliano e Mirafiori hanno preteso il referendum vincolante tra i lavoratori e qui si oppongono ad una consultazione con voto certificato. Questa democrazia a doppia velocità la dice lunga sulla consapevolezza del danno che l’accordo separato del commercio ha prodotto e produrrà nel settore.”