Atipici 3 lavoratori su 10 Il record alla Lombardia

16/05/2002





Atipici 3 lavoratori su 10 Il record alla Lombardia
VENEZIA – In Italia tre lavoratori su 10 sono atipici e lavorano soprattutto nelle regioni a statuto speciale. Sono infatti poco più di 6,3 milioni i lavoratori atipici che hanno un contratto di lavoro come collaboratore coordinato e continuativo (Co.Co.Co), part-time, tempo determinato e in affitto. La maggior concentrazione si registra in Lombardia (1,2 milioni), Veneto (613mila) ed Emilia Romagna (582mila). È quanto emerge da un’indagine condotta dalla Cgia di Mestre (associazione artigiani). L’analisi mette in luce come la percentuale di atipici sulla forza lavoro regionale sia più alta nel Nord-Est, e che ai primi 6 posti di questa speciale classifica figurino le regioni a statuto speciale. Al primo posto della speciale graduatoria troviamo il Trentino Alto Adige (37,1% di atipici sul totale degli occupati), davanti a Valle d’Aosta (35%) e Friuli Venezia Giulia (33,2%) che completano il podio. Al quarto posto Emilia Romagna (32,5%), poi Sardegna (32,2%), Sicilia (31,2%), Veneto (31,1%), Lombardia (30,8%).

Giovedí 16 Maggio 2002