Atahotels – esito incontro 27/01/2012

Testo unitario

il 27 gennaio 2012 si è tenuto l’incontro per l’esame congiunto della procedura in oggetto.
Questo incontro è il primo effettuato con la società nell’ambito di questa procedura avviata il 13 dicembre 2012 per la difficoltà di trovare una data utile e cade l’ultimo giorno della fase cosiddetta sindacale.
In apertura di confronto la prima questione avanzata è stata quella del metodo: è stato chiesto di concordare una diversa decorrenza dei termini della procedura, o in alternativa una proroga degli stessi, per permettere un periodo più lungo per portare a termine l’esame congiunto.
E’ stato poi chiesto di affrontare la procedura partendo da un confronto territoriale col fine di trovare soluzioni alternative ai licenziamenti, mediante l’analisi dell’organizzazione del lavoro della singola struttura.
L’ultima richiesta è stata quella della presentazione di un piano industriale: nel corso degli ultimi anni sono state gestite diverse procedure (la chiusura di un albergo a Milano e di un ristorante a Torino, la terziarizzazione di alcuni reparti e la procedura di mobilità divenuta CIG in deroga) senza comprendere quale su idea di rilancio fossero basate.
Unindustria ha mostrato una forte contrarietà circa la proroga dei termini, pertanto la mediazione trovata consiste nella sottoscrizione di un primo verbale di mancato accordo che di fatto conclude la fase sindacale e di un secondo verbale, siglato con la sola Direzione Aziendale, in cui le parti concordano di chiedere al Ministero del Lavoro il differimento dei termini nel caso in cui il confronto non fosse ancora terminato.
In questo secondo verbale sono identificati, e già calendarizzati, gli incontri territoriali e anche l’incontro nazionale che farà sintesi di quanto discusso nelle singole strutture; viene anche specificato che la soluzione privilegiata sarà il ricorso agli ammortizzatori in deroga al fine di evitare i licenziamenti, per i territori non indicati presenti nella procedura, saranno direttamente concordati tra direzione aziendale e strutture territoriali.
Per quanto riguarda l’ultima richiesta, l’azienda si è resa disponibile a fissare un incontro al termine della procedura per illustrare il piano industriale e per riprendere la discussione sul contratto integrativo di catena, interrotta nell’aprile del 2011, poiché ha annunciato la disdetta dei contratti integrativi a partire dal 1° luglio 2012.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Massimo Frattini

    - verbale mancato accordo procedura mobilità
    - verbale calendario incontri