ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE: 74 LAVORATORI DI NEW CLUNY E BORGHETTO STABILIZZATI ED ASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO

07/01/2014

7 gennaio 2014

Associazione in partecipazione: 74 lavoratori di New Cluny e Borghetto
stabilizzati ed assunti a tempo indeterminato

Comincia bene l’anno per 74 lavoratrici e lavoratori toscani. Da inizio dell’anno, infatti, è partito il contratto a tempo indeterminato per 74 dipendenti di negozi ad insegna Calzedonia, Intimissimi, Tezenis, Original’s Marines.
L’accordo è stato sottoscritto a Lucca dalla Filcams CGIL Toscana alla presenza delle Filcams dei territori di Firenze, Pisa, Massa, Lucca, Livorno, Siena e Pistoia, e NIdil Cgil, grazie al quale saranno stabilizzati tutti i 74 associati in partecipazione che erano impiegati presso 39 punti vendita, dislocati in tutta la Toscana, che fanno riferimento alle Società New Cluny e Borghetto, con sede a Lucca, concessionarie dei marchi Calzedonia, Intimissimi, Tezenis, Original’s Marines.

Grazie all’accordo, si è provveduto alla stabilizzazione di 74 associati in partecipazione, garantendo la continuità occupazionale .

“La vertenza si era aperta qualche mese fa – dichiara Cinzia Bernardini della Filcams CGIL Regionale – e si è conclusa con un accordo positivo, con il quale 74 associati in partecipazione saranno assunti a tempo indeterminato con applicazione integrale del contratto collettivo nazionale del commercio, senza l’applicazione del periodo di prova e tenendo in considerazione le condizioni in essere.”

“L’Accordo è un risultato importante da valorizzare – conclude Cinzia Bernardini– perché va verso l’obiettivo che, come CGIL, perseguiamo nella nostra azione: dare stabilità occupazionale ai lavoratori, contrastando la precarietà, soprattutto dei giovani e delle donne, come nel caso appena concluso”.

Quello sottoscritto con le Società New Cluny e Borghetto, approvato dalle Assemblee, segue quello sottoscritto con L’Isola Verde che stabilizzò 275 dipendenti in tutta Italia; sono accordi fatti per favorire la stabilizzazione di rapporti di lavoro precario, esempi di come si possa positivamente non contrapporre i diritti tra i lavoratori “garantiti” e “precari”. Questo importante strumento legislativo andrebbe aggiornato ed esteso, per incentivare realmente la trasformazione dei rapporti di lavoro e includere nelle tutele i lavoratori precari.

Un articolo della Legge di Stabilità ha prorogato fino a marzo la possibilità di sottoscrivere accordi per la regolamentazione e stabilizzazione dei contratti di associazione in partecipazione dando l’opportunità ad aziende e lavoratori di mettere in regola i rapporti di lavoro.