Ascoli. Vigilanza privata: Niente straordinari e sciopero

10/02/2003


Domenica 9 Febbraio 2003

VIGILANZA PRIVATA

NIENTE STRAORDINARIO E SCIOPERO

Da domani i lavoratori della vigilanza privata di tutta la provincia inizieranno lo stato di agitazione con il blocco degli straordinari e di tutte le flessibilità. E sabato 22 ci sarà una intera giornata di sciopero. Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, «preso atto dell’assoluta indisponibilità delle aziende ad accogliere le richieste dei lavoratori sia da un punto di vista normativo sia economico», hanno annunciato ieri il “pacchetto" delle iniziative di protesta. Le organizzazioni sindacali hanno anche chiesto al Prefetto «di farsi parte attiva per tentare di far ripartire la trattativa su basi diverse». E’ da 10 mesi che non si riesce a sbloccare la trattativa con gli istituti di vigilanza privati per il rinnovo del contratto integrativo provinciale di settore. Il 28 gennaio la trattativa si è interrotta definitivamente. «Non è sufficiente — dicono Cgil, Cisl e Uil — da parte aziendale riconoscere verbalmente l’importanza di questo lavoro che può avvalersi solo della qualità dei dipendenti, quando, oltre ai rischi, agli orari, alla flessibilità, viene riconosciuto un aumento di 31 centesimi sul ticket mensa. Le richieste contenute nella piattaforma tendono a ridare più dignità alle funzioni che le guardie giurate svolgono giornalmente»