Arval, Accordo avvio confronto asili nido 26/06/2006

Verbale di accordo

Il giorno 26 giugno 2006 presso la sede di Firenze della Arval, si sono incontrati:

    ·Marco Lischetti, Barbara Innocenti, Michela Livini in rappresentanza dell’Azienda;
    ·Paola Magnelli, Giacomo Ciampoli, Stefano Starna in qualità di coordinatori nazionali delle RSU;
    ·Marco Pesci della Filcams/CGIL e Carlo Di Paola della Fisascat/CISL

premesso che

le OO.SS. hanno presentato all’azienda una piattaforma per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale nella quale al punto 4 è stato richiesta l’attivazione di convenzioni ed accordi per la realizzazione di asili nido interaziendali di prossimità;

in relazione alle mutate caratteristiche dell’organizzazione del lavoro ed alle nuove esigenze professionali e familiari dei genitori lavoratori, le parti convengono di intraprendere sin da ora percorsi tendenti all’individuazione di progetti finalizzati a sviluppare il sistema dei servizi per la prima infanzia ritenendo che tale strumento possa dare una risposta funzionale alle esigenze sopra menzionate, fornendo contemporaneamente un idoneo percorso pedagogico per la formazione del bambino, ed agevolando il rientro al lavoro dalla maternità, con una conseguente ricaduta positiva sui costi aziendali e sociali del congedo;

le parti ritengono debbano essere ricercate intese privilegiate e preferenziali, coinvolgenti gli enti locali in merito alla gestione delle strutture e del piano educativo e che le strutture individuate siano aperte al territorio così da ottimizzarne l’utilizzo;

ad oggi non sono stati individuati con certezza nelle varie zone ove sono dislocate le unità produttive dell’Azienda: né i costi, né i partners con i quali potersi confrontare;

tutto ciò premesso

    1.si conviene di non subordinare alla trattativa per il rinnovo del CIA il raggiungimento di un’intesa su tale argomento, ma di procedere immediatamente e separatamente alla discussione su tavoli separati provvedendo a recepire successivamente quanto definito;

    2.in merito alle strutture da realizzare, a livello nazionale e locale, sia per la realizzazione e la sponsorizzazione, sia per la gestione, saranno ricercate le possibili aggregazioni fra le imprese interessate e saranno attuate da subito le verifiche volte ad individuare con completezza tutti i soggetti da coinvolgere quali ad esempio: Regione, Provincia, Comuni;

    3.solo dopo aver sviluppato in modo infruttuoso tali procedure, si potrà anche a livello locale giungere ad intese per la realizzazione di asili aziendali, purché con adeguate caratteristiche pedagogiche e di servizio al bambino ed in attesa di poter ricondurre il tutto negli ambiti sopra descritti.

Letto confermato e sottoscritto.

La Direzione Aziendale

Marco LischettiBarbara InnocentiMichela Livini

____________________________________________

Il coord. Naz.le RSU

Paola MagnelliGiacomo CiampoliStefano Starna

____________________________________________


Per la Filcams/CGILPer la Fisascat/CISL

Marco PesciCarlo Di Paola

____________________________