Artt. 7, 8 e 16 L.R. 7 gennaio 1977, n. 1 “Norme sull’organizzazione amministrativa della Regione sarda e sulle competenze della Giunta, della Presidenza e degli Assessorati regionali”

L.R. 7-1-1977 n. 1
Norme sull’organizzazione amministrativa della Regione sarda e sulle competenze della Giunta, della Presidenza e degli Assessorati regionali.
Pubblicata nel B.U. Sardegna 11 gennaio 1977, n. 1.

Art. 7
Sono istituiti i seguenti Assessorati:
1) affari generali, personale e riforma della Regione;
2) programmazione, bilancio e assetto del territorio;
3) enti locali finanze ed urbanistica;
4) difesa dell’ambiente;
5) agricoltura e riforma agro-pastorale;
6) turismo, artigianato e commercio;
7) lavori pubblici;
8) industria;
9) lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale;
10) pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport;
11) igiene e sanità e assistenza sociale (15);
12) trasporti.
————————
(15) Punto così modificato dall’art. 103, L.R. 30 maggio 1989, n. 18.

Art. 8
Per l’impulso, la programmazione e l’attuazione di interventi nelle materie
intersettoriali, sono istituiti i seguenti Dipartimenti:
I) Dipartimento della programmazione, che comprende le materie dei seguenti
Assessorati:
- programmazione, bilancio e assetto del territorio;
- affari generali personale e riforma della Regione;
- difesa dell’ambiente;
- enti locali, finanze ed urbanistica;
II) Dipartimento degli interventi produttivi, che comprende le materie dei
seguenti Assessorati:
- agricoltura e riforma agro-pastorale;
- industria;
- lavori pubblici;
- turismo, artigianato e commercio;
III) Dipartimento degli interventi sociali, che comprende le materie dei
seguenti Assessorati:
- igiene e sanità;
- pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport;
- lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale;
- trasporti.
I Dipartimenti sono coordinati dal Presidente della Giunta regionale.
————————

Art. 16
L’Assessorato del turismo, artigianato e commercio è competente in materia di:
a) attività di promozione e propaganda per lo sviluppo turistico;
b) industria alberghiera;
c) programmazione delle infrastrutture di interesse turistico;
d) artigianato;
e) commercio;
f) disciplina annonaria;
g) fiere e mercati;
h) incentivazioni creditizie nelle materie di competenza dell’Assessorato.
————————