Artsana, circolare Accordo 04/11/2005

Roma, 15 novembre 2005

Oggetto: ARTSANA – Esito incontro del 4 novembre 2005

    Il 4 novembre scorso si è ; svolto il previsto incontro con la Chicco-Artsana che ha illustrato gli andamenti economici: il Gruppo sta crescendo del + 10% all’ estero grazie ad una diversa politica di rapporti e contratti con i fornitori.

    In Italia gli andamenti sono abbastanza positivi rispetto al 2004 (+6% nel medicinale; +2.5% nella puericultura leggera e di base; + 7% nei giocattoli; +2.8 % nell’ abbigliamento; rimane un dato negativo nella puericultura pesante) per lo più dovuti ai risultati del piano di riorganizzazione degli impianti produttivi.

    Nel 2005 l’ azienda ha affrontato una serie di investimenti, che continueranno nel 2006, per la ristrutturazione dei negozi della rete vol ti a rilanciare l’immagine dell’ azienda e fornire un maggiore servizio alla clientela.

    Questo nuovo format da risultati soddisfacenti dal momento che i fatturati dei negozi ristrutturati sono in linea o superiori agli obiettivi di bugdet 2005, anche se l’ andamento generale della rete è attualmente a – 2% del bugdet.

    Il piano 2006 prevede delle nuove aperture in Italia (due a gestione diretta a Pantigliate – MI e Bolzano- e due in franchising a Trapani e Potenza) e nelle maggiori capitali nel mondo (Tokyo, Sidney e in USA).

    Rispetto alla rete di negozi in franchising (circa 150), caratterizzata d a bassi margini e rendimenti, l’ azienda intende avviare un nuovo progetto di integrazione in termini di diverse politiche commerciali; creare un format più piccolo con merceologie più limitate e più di moda; avviare una riorganizzazione delle giacenze che prevede il ritiro della merce da parte del Gruppo, sul modello dei contrattisti Prénatal.

    Per quanto r iguarda la partita salariale, l’ azienda non ha accolto la nostra richiesta di rivedere il premio o riconoscere una una tantum perché gli andamenti economici non sono ancora sufficienti per colmare un conto economico ancora negativo.

    Da parte nostra abbiamo evidenziato che la soluzione di alcuni problemi normativi ed economici non sono più rinviabili e che i lavoratori attendono il rinnovo del contratto integrativo per il quale presenteremo una piattaforma.

    A tal fine è convocato il coordinamento dei delegati e delle strutture territoriali il prossimo 11 gennaio 2006 a Firenze (sede e ora della riunione vi saranno comunicati successivamente). Data l’importanza dell’ appuntamento raccomandiamo le strutture interessate a garantire la presenza.

    Per il 2005 le parti hanno convenuto di prorogare l’ accordo integrativo in essere, nella sua parte normativa ed economica (di cui in allegato il testo del verbale di accordo).

        p/la FILCAMS
        Lori Carlini