Arrivano i fondi della 488

19/12/2001

Il Sole 24 ORE.com





    Commercio – Agevolati quasi 800 programmi di investimento (695 nel Mezzogiorno) con 175 milioni di euro

    Arrivano i fondi della 488
    Accolto il 90% delle domande che avevano superato l’istruttoria – Previsti 9mila posti di lavoro
    R.E.
    ROMA – Sono quasi 800 i programmi agevolati nell’applicazione del primo bando della legge 488/92 per il commercio. Il ministero delle Attività produttive ha attribuito 340 miliardi di lire (pari a 175,6 milioni di euro) di fondi per la realizzazione di 792 progetti, di cui 695 nel Mezzogiorno. Il ministero ha formato le graduatorie regionali, ordinarie e speciali, che da ieri sono disponibili all’indirizzo Internet www.minindustria.it. I 792 programmi agevolati, precisa il ministero, rappresentano il 90,6% di quelli istruiti positivamente dalle banche concessionarie, che nel complesso erano 874, rispetto ai 1.400 che erano stati presentati dalle imprese entro la scadenza dei termini. La realizzazione dei programmi comporterà investimenti privati pari a 1.218,6 miliardi di lire (629,3 milioni di euro) e un incremento occupazionale di 8.952 unità. In particolare, per i programmi previsti nel Mezzogiorno lo Stato ha concesso 321 miliardi di lire (165,7 milioni ), a fronte di investimenti privati pari a 1.030 miliardi (531,9 milioni di euro). A livello occupazionale, questi progetti si dovrebbero tradurre nella creazione di 7.700 posti di lavoro, con un costo per lo Stato per addetto aggiuntivo pari a 42 milioni di lire (21.700 euro). La regione che ha ottenuto più agevolazioni è la Sicilia: all’isola la graduatoria attribuisce fondi per 87 miliardi di lire (pari a 44,9 milioni ), poco più che alla Campania (86 miliardi di lire, cioè 44,4 milioni ) mentre la Puglia è al terzo posto per l’ammontare delle agevolazioni (59 miliardi di lire, 30,5 milioni di euro). La legge 488/92 è destinata alle aree depresse e questo spiega l’importo limitato di agevolazioni che arriverà al Centro-Nord: in questo caso, lo Stato ha invece concesso 19,9 miliardi di lire (10,3 milioni ) per 97 programmi, che comporteranno 189,1 miliardi (97,6 milioni di euro) di investimenti privati e un incremento occupazionale di 1.184 unità. Nel complesso, l’84% dei programmi agevolati fa capo a imprese di piccole dimensioni che riceveranno l’84,4% delle agevolazioni. Fra le attività agevolate, invece, il 41% degli incentivi è andato a favore degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio che vengono classificati come di media struttura (138 miliardi di lire, pari a 71,2 milioni di euro). Centootto miliardi (55,7 milioni ) di agevolazioni sono stati concessi agli esercizi commerciali di vendita all’ingrosso e ai centri di distribuzione, mentre 74 miliardi (38,2 milioni di euro) sono stati stanziati per gli esercizi di vendita al dettaglio classificati come grande struttura.
    Mercoledí 19 Dicembre 2001
 
|