Arresti domiciliari per Billè e per il presidente dell’Enasarco (La Repubblica.it)

22/09/2006

      Cronaca
      (22 settembre 2006)

    La misura cautelare in relazione a un’indagine nata da una costola di quella su Rcs
    L’accusa � di corruzione. Al centro dell’inchiesta una gara immobiliare

    Arresti domiciliari per Bill� e per il presidente dell’Enasarco

      Indagati anche Stefano Ricucci e il figlio dell’ex presidente Confcommercio

      ROMA – Arresti domiciliari per l’ex presidente di Confcommercio Sergio Bill�, il presidente di Enasarco Donato Porreca e Fulvio Gismondi, collaboratore di Porreca, nell’ambito di un’inchiesta dei pm della procura di Roma Giuseppe Cascini, Giuseppe De Falco e Rodolfo Sabelli. L’accusa � corruzione. Contestualmente risultano indagati anche Stefano Ricucci e Andrea Bill�, figlio dell’ex presidente di Confcommercio e socio dell’immobiliarista romano. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip Sante Spinaci. L’indagine � una costola di quella su Rcs.

        Al centro dell’inchiesta una gara, mai portata a termine, per la valorizzazione del patrimonio immobiliare dell’Enasarco, uno dei pi� vasti d’Italia, gara che avrebbe dovuto mettere sul mercato il patrimonio immobiliare stesso. Bill� e gli altri due indagati, secondo le accuse, avrebbero cercato di pilotare la gara stessa favorendo il concorrente Stefano Ricucci.

        L’immobiliarista – secondo i giudici – avrebbe dovuto versare una tangente di 50 milioni di euro per vincere la gara, ma il ritiro di Deutsche Bank che era nella stessa cordata dell’immobiliarista aveva costretto l’imprenditore a rinunciare alla sua partecipazione. Ricucci aveva gi� dato come acconto dei 50milioni stabiliti, 3 milioni di euro. In base alla ricostruzione dei magistrati, la gara era stata annullata, quindi, per consentire a Ricucci di ripresentarsi, ma le inchieste milanesi misero uno stop all’affare.

        Andrea Bill�, figlio dell’ex presidente di Confcommercio, invece, � chiamato in causa perch� gli sarebbero state passate le quote Magiste (societ� di Ricucci, ndr) dal padre che le avrebbe ricevute come compenso per il suo interessamento nella vicenda.

        Nell’indagine su Rcs Bill�, nei mesi scorsi, era stato indagato per il reato di appropriazione indebita e per la compravendita di un palazzo di via Lima, nel quartiere Parioli, a Roma. L’immobile doveva essere venduto da Stefano Ricucci per una somma di 56 milioni di euro. L’indagine mise in luce altre irregolarit� che Bill� avrebbe commesso nella gestione del cosiddetto fondo del presidente di Confcommercio tra cui l’acquisto di diversi quadri di valore tuttora sottosequestro nell’appartamento di Bill�, nei pressi dell’Aracoeli a Roma.