Comunicati Stampa

Appalti Storici Ex Lsu: un tavolo di confronto per il processo di internalizzazione

02/07/2019
Scuole belle, manigestazione ex Lsu e Appalti Storici

A 6 mesi dalla data individuata per la realizzazione di quanto previsto dall’emendamento alla Legge di Bilancio 2019 (internalizzazione e immissione in ruolo dei lavoratori Appalti Storici-ex Lsu) niente di ufficiale emerge sui tempi del percorso e sugli atti necessari a realizzarlo, a partire dal Decreto Interministeriale che dovrà individuare modalità, criteri, titoli della Procedura Selettiva.

Dal 6 dicembre 2018 Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti hanno chiesto di essere convocati per un confronto sui questi temi con l’obbiettivo, ribadito da subito, che questo percorso individuato e condivisibile dovesse dare risposte certe a tutti gli oltre 15 mila lavoratori e lavoratrici oggi occupati nelle scuole di ogni ordine e grado, perché solo così si realizza una vera tutela dei livelli reddituali e occupazionali.

In questi mesi, nonostante richieste di incontro e iniziative, le Organizzazioni Sindacali confederali non sono state coinvolte in confronti nei quali avremmo spiegato quali e quante sono le necessità, quale la platea di riferimento e quali criteri conseguentemente da adottare per ricomprendere tutti nel percorso di internalizzazione.

Il provvedimento assunto dal Governo è sicuramente positivo e condiviso.

Il ritardo nei provvedimenti da adottare, l’assenza di un confronto preventivo tra tutti i soggetti interessati possono determinare un’operazione che, nelle intenzioni di chi l’ha pensata e decisa credeva risolutiva di una vicenda che va avanti oramai da troppi anni, rischia invece di trasformarsi in una vertenza dura e socialmente non sostenibile se non si daranno risposte a tutte le lavoratrici e lavoratori oggi impiegati negli Appalti Storici e Ex Lsu.

Per questi motivi, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti  hanno inviato alla presidenza del Consiglio, al MIUR e agli altri Ministeri interessati una richiesta di incontro che non può essere disattesa.