Appalti storici comunicato congiunto Filcams-FLC-FP del 16/03/2010

                    Appalti storici nella scuola. Incontro al Miur tra sindacati scuola e sindacati di categoria

                Dal Miur nessuna soluzione politica per fermare il taglio del 25%. Per la FLC un incontro insoddisfacente. Continua la mobilitazione dei lavoratori degli appalti.

Il giorno 16 marzo 2010 si è tenuto l’incontro, ripetutamente sollecitato dalla FLC e dalla Fp e Filcams Cgil,. con il Miur, per discutere del taglio del 25% degli appalti previsto nella circolare sul programma annuale 2010.

L’informativa del Miur

Le istruzioni relative al taglio delle risorse sugli appalti non saranno sospese ( come abbiamo chiesto.. ) per motivi di compatibilità economica.

I dati relativi ai tagli del personale e le ricadute sulla qualità dei servizi già richiesti nell’incontro del 10 marzo non sono stati consegnati per difficoltà tecniche. L’amministrazione si è comunque impegnata a inviarli a tutte le OO.SS. nei prossimi giorni.

Le richieste della FLC

Abbiamo richiesto, per l’ennesima volta, di conoscere le somme erogate dall’amministrazione nel 2009 e nel 2010.

Con l’occasione abbiamo ricordato all’amministrazione che la presenza delle ditte d’appalto ha già prodotto un taglio del 25% dell’organico dei collaboratori scolastici .Il Miur non si prevede nessun recupero di organico e invece si tagliano organici e servizi degli appalti peggiorando ulteriormente la situazione!ini di Inoltre il taglio previsto dalla circolare del 14 dicembre, impugnata dalla FLC, interviene su contratti in essere, regolarmente stipulati con una gara d’appalto europea e oggi si prevede che le eventuali modifiche e integrazioni al contratto stesso siano sottoscritte dai Dirigenti scolastici.

Inaccettabile l’intervento del Miur ,con la circolare succitata , su materie e competenze regionali senza l’accordo con le Regioni e senza aver preventivamente valutato le reali esigenze delle scuole al fine di garantire un servizio di qualità agli studenti.

Particolarmente grave la scelte di intervenire anche sui contratti in essere stipulati con le Cooperative Sociali che erano state escluse dalla gara d’appalto del 2005.

Non si possono tagliare gli appalti in corso d’anno e nel contempo programmare un ulteriore taglio dei collaboratori scolastici( oltre 10.000 unità ) per il prossimo anno scolastico.

Abbiamo chiesto, unitariamente, l’apertura immediata di tavoli regionali per verificare, provincia per provincia , le diverse situazioni locali e nel contempo abbiamo chiesto la sospensione della circolare del 14 dicembre per poi convocare , in tempi rapidi , il tavolo nazionale con il coinvolgimenti degli altri ministeri interessati.

Il Miur si è reso disponibile ad avviare tavoli di confronto regionali e nazionali con i i sindacati e gli altri ministeri competenti (Mef, Ministero del lavoro).

Resta una profonda insoddisfazione della FLC per l’indisponibilità del Miur a sospendere anche temporaneamente la disposizione sul taglio del 25%.

La FLC unitamente a Filcams e Funzione Pubblica Cgil sono impegnate in tutte le sedi istituzionali e politiche per ripristinare le risorse sottratte alla scuola dell’autonomia, garantire la qualità dei servizi della scuola statale e difendere l’occupazione di tutti i lavoratori .

Continua quindi lo stato di mobilitazione e comunicheremo nei prossimi giorni le ulteriori iniziative di lotta !