Appalti Scuole, C.N.S., Kuadra, esito incontro 30/01/2017

Roma, 31 gennaio 2017

TESTO UNITARIO

Si è svolto il 30 u. s. il programmato incontro con la RTI CNS-Kuadra per valutare il proseguo della gestione delle problematiche sorte a seguito della revoca della convenzione Consip Scuole e l’esito dell’udienza tenutasi il 26 u. s. al Consiglio di Stato.

All’avvio della riunione i rappresentanti del Consorzio CNS hanno comunicato che ancora non aveva ricevuto il dispositivo con la decisione del Consiglio di Stato, in quanto lo stesso si è avvalso dei 7 giorni per predisporre il proprio parere, così come previsto dalla normativa.

Tale situazione pertanto ha prodotto una discussione proiettata sui diversi scenari possibili e le relative soluzioni da intraprendere.

Fermo restando il campo delle ipotesi si è entrati nel merito di quanto fatto nel mese di gennaio per gestire la situazione e cosa effettivamente interverrà dal 01.02.2017 in assenza del parere del Consiglio di Stato.

Per gennaio le imprese hanno confermato il ricorso ai residui delle ore di FIS fino al loro azzeramento e per eventuali ulteriori necessità di compensazione di non attività lavorativa a completamento del parametro contrattuale la copertura con ferie e permessi, sia residui che maturandi.

Ovviamente non avendo ad oggi nozione se nel mese di febbraio vi sarà la sospensiva della revoca della convenzione Consip Scuole e quindi la possibilità di svolgere o meno i lavori di decoro, così come se saranno prorogati o meno i subappalti, si è valutato l’opportunità di chiedere la proroga e l’integrazione dei FIS per solidarietà già attivati per i mesi scorsi e proseguire nel distacco comando per i lavoratori che operano con imprese in subappalto.

Si è dedicata una parte della discussione ai lavoratori che operano nelle aree colpite dal terremoto e dal maltempo per verificare la possibilità di attivare gli ammortizzatori sociali in deroga previsti dalla decretazione apposita, dato il permanere della chiusura delle scuole in tali territori, di cui diverse non potranno più essere riaperte.

Per queste situazioni si è concordato di procedere a fare alcuni approfondimenti direttamente con l’Inps, anche rispetto alla possibilità di dare copertura retroattiva, con gli ammortizzatori ad hoc definiti, per dare piena copertura con gli stessi alle giornate di lavoro perse nel mese di gennaio.

Alla luce del percorso sopra concordato si è deciso di aggiornare l’incontro al 01.02.2017 per procedere alla firma degli accordi di FIS per solidarietà.

L’incontro si terrà presso la Fisascat Cisl Nazionale – Via dei Mille, 56, Roma – dalle ore 14.30.

                          P. Filcams Cgil Nazionale

Elisa Camellini