APPALTI PULIZIE SCUOLE, DOPO LA MANIFESTAZIONE, L’IMPEGNO DEL MINISTRO

13/12/2013

13 dicembre 2013

Appalti pulizie scuole, dopo la manifestazione, l’impegno del Ministro

Dopo una lunga giornata di manifestazione che ha visto le lavoratrici ed i lavoratori degli appalti delle pulizie delle scuole impegnati, fino a tarda serata, in un presidio di fronte al Ministero dell’Istruzione a Roma, la delegazione trattante, composta anche, in ultimo, dai segretari generali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti Uil, ha ottenuto un impegno dal dicastero.
Oltre 15 mila dipendenti degli appalti sono in fase di licenziamento visti i tagli previsti dal governo, a questi si aggiungono altri 8500 addetti che vedono la gestione delle procedure di licenziamento collettivo a livello territoriale.
Al termine della trattativa il Ministro Carrozza ha rilasciato una dichiarazione firmata, con la quale si impegna nella ricerca di una soluzione e a portare all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri di oggi 13 dicembre, la discussione per predisporre immediate risposte.
La proposta è la proroga degli appalti alle attuali condizioni per tutti i territori, per un breve periodo utile per la ricerca di soluzioni in via definitiva, e con la condizione che il tavolo di confronto veda impegnata direttamente la Presidenza del Consiglio, gli altri ministeri interessati e le organizzazioni sindacali.