Appalti Pulizie – Ministero Difesa – Esito incontro 28-01-2009

Roma, 28 gennaio 2009

Oggetto:Appalti Pulizie Ministero Difesa – Esito incontro 28/01/09

Alle Filcams Regionali
e Comprensoriali

LORO SEDI

TESTO UNITARIO

Cari compagni,

l’incontro odierno con il Ministero della Difesa si è concluso negativamente con la conferma di tagli dell’ordine del 35% 40% nelle caserme dell’esercito e del 20 % per la Marina. Conseguentemente abbiamo confermato lo stato d’agitazione e proclamato otto ore di sciopero da gestire sul territorio.

Rimane immutata anche la decisione dell’aeronautica di confermare l’appalto unico nazionale, in alternativa verrebbero confermati solo due lotti e per il resto le gare verrebbero gestite localmente come le altre gare, con la garanzia dei livelli attuali. Le modalità ci saranno comunicate nel prossimo incontro. E’ prevista una riunione per il 5 febbraio 2009 con il Ministero del Lavoro per l’attivazione degli ammortizzatori sociali.

Il Ministero della Difesa conferma:

la volontà di recuperare altri fondi dal Ministero dell’Economia nel corso dell’anno;
che si attiverà nei confronti dei Comandi dell’Esercito e della Marina per chiedere di evitare i licenziamenti e facilitare l’uso degli ammortizzatori sociali.

Invitiamo tutti i territori a monitorare la situazione chiedendo delle proroghe per avere la reale visibilità degli ammortizzatori che saranno decisi.

In tutti i casi di cambio appalti oppure di affidamento alla stessa azienda ma con i ribassi, va chiesto il passaggio di tutti i lavoratori attualmente in forza ricorrendo ovunque possibile all’attivazione anche momentanea di contratti di solidarietà a requisiti ridotti; ove ciò non fosse possibile andranno richieste riduzioni di orario transitorie anche inferiori ai limiti nazionali e/o tramite ferie, permessi o sospensioni. Tutto questo in attesa di conoscere il risultato dell’incontro citato. Infatti per l’uso degli ammortizzatori come la cassa integrazione in deroga è indispensabile la richiesta dell’azienda.

Conseguentemente vi chiediamo di impugnare tutti i licenziamenti, anche chiedendo l’attivazione delle procedure previste dalla legge 223. In tutti i casi vi chiediamo di fornirci entro la data del 5-2-09 la situazione di ogni territorio.

Fraterni saluti.

p.La Filcams Cgil
C. Caravella