Appalti pulizie Istituti scolastici – Lettera a Dr.Cosentino – Miur – 10-12-2004

SEGRETERIE NAZIONALI

ROMA, 10 Dicembre 2004

Oggetto: Appalti pulizie Istituti scolastici

Dott.
Giuseppe Cosentino
Direttore Generale Personale
MIUR

                        ROMA

A seguito dell’incontro convocato per il giorno 1/12/2004 dal Sottosegretario On.le Caldoro nel corso del quale sono stati richiesti alle scriventi Segreterie Nazionali suggerimenti rispetto ai capitolati degli appalti di pulizia per i contratti “storici” e per la stabilizzazione degli LSU, riteniamo di dover confermare le valutazioni espresse nella nostra lettera inviatavi il 13 Ottobre scorso.

Relativamente agli appalti storici di cui alla legge 124/99, riteniamo riduttivo predisporre un bando di gara per i soli servizi di pulizia in quanto verrebbe meno la garanzia dei livelli occupazionali.

Ribadiamo la necessità di ricomprendere nel capitolato il numero delle ore e tutte le attività previste dai singoli appalti trasferiti dagli Enti locali che da quasi un decennio vengono svolte dagli addetti alle pulizie nelle singole scuole.

Per quanto riguarda gli appalti di cui alla convenzione quadro n.65/2001 – ex LSU – le risorse stanziate nella proposta di legge finanziaria per il 2005 risultano, a nostro parere, appena sufficienti per il mantenimento delle attuali prestazioni settimanali.

Pertanto, le economie che dovessero derivare da una riduzione dei lavoratori o del costo complessivo dovranno essere destinati, con l’aggiunta di ulteriori risorse, ad incrementare le prestazioni individuali per fronteggiare i servizi complementari richiesti e per realizzare una diversa ed ottimale organizzazione del lavoro funzionale ad un’offerta qualitativamente migliore dei servizi.

Sui criteri di aggiudicazione degli appalti prendiamo atto della scelta del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa , assegnando un punteggio per il merito tecnico dell’offerta non inferiore al 60% dei punti disponibili, sottolineando che il ribasso sulla base d’asta relativamente al punteggio economico, non può intaccare il costo medio orario per il settore dei servizi integrati fissato dal decreto emanato dal Ministero del Welfare, nonché il costo per la sicurezza e la tutela della salute, così come previsto dalla legge 327/2000.

Appare scontato, di conseguenza, che i capitolati di appalto dovranno richiamare il rispetto del CCNL del servizi integrati multiservizi del 25/05/2001 e la salvaguardia dell’occupazione in conformità a quanto previsto dall’art.4 del contratto medesimo.

Ci riserviamo, infine, di fornire ulteriori indicazioni non appena ci verranno consegnati i capitolati tecnici per l’avvio delle procedure delle gare di appalto.

p/la Filcams-CGIL p/la Fisascat-CISL p/la Uiltrasporti-UIL
C.Romeo G.Pirulli U.Conti