APPALTI PULIZIE DELLE SCUOLE, IPOTESI BREVE PROROGA FINO AL 31 MARZO

20/02/2014

20 febbraio 2014

Appalti pulizie delle scuole, ipotesi breve proroga fino al 31 marzo.
Possibilità di riaprire il confronto, permane lo stato di agitazione


Dopo la conferenza stampa e aver proclamato lo sciopero del 4 marzo prossimo, è arrivata la disponibilità istituzionale, ancora non approvata, a trovare una soluzione temporanea per le lavoratrici e i lavoratori degli appalti delle pulizie delle scuole. Una breve proroga del servizio fino al 31 marzo, che permetterebbe la riapertura del confronto con il nuovo governo per trovare una soluzione definitiva alla vertenza così come previsto dalla legge di stabilità 2014.

“Se entro la fine della settimana non venisse adottata nessuna soluzione” afferma le organizzazioni sindacali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, “si dovrà affrontare, dal 1 marzo, il problema delle riduzioni di orario settimanali (una diminuzione media del 55%); e i licenziamenti per gli appalti non ancora assegnati e nei quali la gara CONSIP non ha ancora individuato l’impresa subentrante.
Nell’ambito delle iniziative di mobilitazione, inoltre, i sindacati organizzeranno, per il prossimo 26 febbraio, manifestazioni locali davanti alle sedi istituzionali quali: Regioni, prefetture e direzioni regionali della scuola.