APPALTI PULIZIE ARMA DEI CARABINIERI E POLIZIA DI STATO Circolare aggiornamenti

Roma, 22 aprile 2013

Oggetto: APPALTI PULIZIE ARMA DEI CARABINIERI E POLIZIA DI STATO
Circolare aggiornamenti

la presente per fornirvi alcuni aggiornamenti sugli appalti di pulizia all’oggetto, a seguito di segnalazioni da parte di alcuni territori di una situazione di poca chiarezza e allarme tra le lavoratrici coinvolte.

Dalle informazioni reperite ad oggi la situazione è la seguente:

    -i lotti su cui abbiamo proceduto ad effettuare i cambi di appalto nel corso del 2012 sono scaduti il 31.12.2012, come definito dalla gara attivata;
    -allo stato attuale il Ministero degli Interni sta procedendo a prorogarli per brevi o brevissimi periodi (da 1 mese a massimo 3 mesi per volta) dichiarando l’imminenza dell’avvio di una nuova gara;
    -della suddetta gara non abbiamo trovato alcuna traccia né sul sito del Ministero, né su quelli dei singoli Corpi interessati, né su quello di Consip.

Dalle interlocuzioni in corso con le imprese attualmente ancora gestrici del servizio, Helyos, Fidente, ecc., ci confermano che vengono loro prorogati i termini degli appalti direttamente dalle Prefetture in quanto il Ministero ha delegato dette Istituzioni ad assolvere a tale incarico, pare senza definire le risorse economiche in modo preciso, con ciò che ne consegue.

Le imprese stesse infatti ci hanno evidenziato una grande preoccupazione in ordine alla scadenza degli ammortizzatori sociali ancora in vigore, ma a breve in scadenza, in quanto l’indefinitezza e le brevi proroghe, temono possano ridurre la possibilità di averli rinnovati e le condizioni non sono cambiate, anzi in alcuni casi il servizio si è ridotto ulteriormente.

Alla luce di tutto quanto sopra esposto, sottoporremo a Fisascat e Uiltrasporti, la richiesta di predisporre incontri con le imprese per avere un quadro più preciso della situazione, per poi valutare le iniziative da intraprendere.

Per avere un quadro più preciso delle situazioni esistenti nei diversi territori sarebbe importante che anche a livello locale, laddove vengono segnalati dalle lavoratrici eventuali cambi di appalto o modifiche dei servizi, venissero attivati incontri con le stesse Prefetture.

                          P. Filcams Cgil Nazionale

Elisa Camellini