Appalti più garanzie per i lavoratori

25/03/2011

Maggiore trasparenza e pi� regole negli appalti a garanzia dei lavoratori e della competizione leale tra imprese. Nel convegno promosso ieri a Cagliari da Filcams (federazione dei lavoratori di commercio, turismo e servizi della Cgil) le proposte per una legge regionale sul sistema degli appalti. Diversi i settori in gioco: edilizia, mense, pulizie, vigilanza, solo per citarne alcuni. La segretaria regionale Filcams, Simona Fanzecco, individua nei rapporti di subappalto ad aziende non adeguatamente strutturate, nel ricorso al criterio del prezzo pi� basso e negli scarsi controlli, alcuni dei problemi da affrontare e propone (solo per citare un esempio) di rafforzare i meccanismi di responsabilit�, consentendo
una ripartizione della responsabilit� economica tra l`appaltante e tutti gli eventuali subappaltatori. Franco Martini, segretario nazionale Filcams ricorda il modello toscano che introduce sanzioni per chi non rispetta le regole. LE RICHIESTE. Sergio Pisano, capo di gabinetto all`assessorato ai Lavori pubblici, evidenzia che � in fase avanzata
l`iter di un disegno di legge della Giunta per la qualificazione del sistema delle imprese che introduce un sistema di
certificazione regionale delle aziende e prevede un attento monitoraggio degli appalti e della sicurezza dei cantieri. In pi� un altro disegno di legge per la disciplina di contratti e appalti. A una proposta di legge lavora il Pd sardo. Da Confindustria Maurizio De Pascale punta il dito sull`eccesso di burocrazia: �Servono poche regole ma chiare e pi� controlli�. Enzo Costa (Cgil), precisa che le proposte non vogliono tradursi in burocrazia ma in regole certe e garanzie per i lavoratori.