APERTURE COMMERCIALI, LA SITUAZIONE IN EUROPA

18/02/2012

18 febbraio 2012

Aperture commerciali, la situazione in Europa

La recente liberalizzazione degli orari e delle aperture commerciali introdotta dal governo Monti ha suscitato molto polemiche. La Filcams Cgil ha più volte manifestato la propria contrarietà e per questo sta organizzando iniziative ed eventi in tante città italiane. Tra i sostenitori del “sempre aperto” è diffusa la convinzione che il provvedimento è necessario anche per stare al passo con l’Europa. Ma in realtà la situazione negli altri paesi non è del tutto così.
In Olanda, i negozi sono chiusi di lunedì od aprono solo mezza giornata; da martedì a sabato aprono alle 10 e chiudono verso le 18 e solo il giovedì hanno la possibilità di restare aperti sino alle 21.00. In linea di principio, la domenica non si lavora. I negozi possono chiedere di aprire 12 domeniche l’anno ed in genere aprono la prima domenica del mese da mezzogiorno alle 17.00. Eccezioni solo per le aree turistiche.
In Spagna, a partire da maggio, ma solo nella regione di Madrid, entrerà in vigore la legge di liberalizzazione degli orari commerciali, che permetterà aperture 24h al giorno 365 l’anno.
Come in Italia, i sindacati del commercio CC.OO e UGT insieme al Partito Socialista, Sinistra Unita e l’associazione dei piccoli commercianti hanno annunciato una mobilitazione dura “con el fin de evitar que al Partido Popular le salga gratis la aprobación de la ley”!