Anteprima Bit 2003

11/10/2002

ItaliaOggi (speciale bit)
Numero
241, pag. 18 del 11/10/2002



Obiettivo è quello di ottimizzare le proposte, ma anche i tempi di chi fa business.

Qualità al centro dei servizi

Per dare più valore al lavoro degli operatori

Quattro giorni dedicati al trade, da sabato 15 a martedì 18 febbraio: la Borsa internazionale del turismo, giunta alla 23» edizione, cambia formula e si rinnova per essere ancora più vicina alle esigenze degli espositori e dei professionisti, per essere sempre più momento di business. Opportunità di business, quindi, ma anche eventi dedicati agli addetti ai lavori; Bit 2003 si presenta agli operatori professionali con un ricco calendario di seminari e master class per offrire allo stesso tempo formazione e momenti di confronto tra le diverse esperienze internazionali.

A quattro mesi dalla manifestazione, ecco un’anteprima dei più importanti momenti previsti dal palinsesto eventi Bit 2003.

Si comincia sabato 15 febbraio con il secondo Forum internazionale sul sistema turismo. La scorsa edizione del Forum aveva visto la presenza di relatori di fama internazionale quali Jeremy Rif kin, presidente della Foundation on economic trends di Washington, e Martin Brackenburry, presidente della Federazione internazionale tour operators, impegnati nel delineare gli scenari di sviluppo del sistema turistico internazionale, dopo gli eventi dell’11 settembre. Anche quest’anno il Forum chiamerà a raccolta le menti più brillanti dell’economia e del turismo internazionale, per fare il punto sui trend, sugli ambiti di sviluppo emergenti nelle diverse aree geografiche e nei diversi mercati.

Sabato saranno protagonisti i casi di successo nel turismo: si parlerà di temi come la movimentazione, l’ospitalità, l’intermediazione, la distribuzione, senza dimenticare l’importanza assunta nell’industria turistica dalla tecnologia. L’obiettivo di questa prima giornata è quello di portare esperienze concrete e stimolare il confronto tra la realtà italiana e quella internazionale.

Domenica 16 febbraio inizia BuyItaly, che chiuderà i lavori lunedì pomeriggio. Giunto alla 18» edizione, BuyItaly, il tradizionale appuntamento tra l’offerta dell’industria turistica italiana e i compratori stranieri, organizzato da ExpoCts in collaborazione con Enit e Alitalia, afferma la sua importanza come momento di incontro operativo tra domanda e offerta, grazie a una sempre maggior presenza di buyer di tutto il mondo. Sono attesi oltre 430 buyer da 48 nazioni e oltre 3 mila seller.

Lunedì 17 febbraio prosegue il forum, con la seconda giornata dedicata alle ´star’ internazionali, che affronteranno un tema di estrema attualità: ´Etica e globalizzazione’.

Il lunedì sarà la giornata più lunga per gli operatori, con l’atteso ritorno di Bitnight, la grande festa serale riservata agli agenti di viaggio e a tutti gli operatori della manifestazione per interrompere, con un momento di divertimento, il ritmo delle contrattazioni. Sempre pensando agli agenti di viaggi, prosegue anche quest’anno il concorso a loro dedicato, che ha riscosso grande successo nelle edizioni precedenti. Per tutti i giorni della manifestazione, gli agenti più attivi nel produrre contatti operativi presso gli stand degli espositori che aderiscono all’iniziativa accumuleranno coupon con i quali parteciperanno alle estrazioni di premi giornalieri e all’estrazione del gran premio finale. Più business, più possibilità di vincere.

Da sabato a martedì si tiene Bit Virtual, che, giunta alla 4» edizione, è pronta ad accogliere gli operatori con tutte le novità tecnologiche per il turismo. Un’area polifunzionale e multimediale ospiterà i migliori consulenti di tecnologia a supporto dell’industria turistica. Non mancheranno le opportunità d’incontro e le testimonianze con i protagonisti del settore su temi di grande attualità.

Anche per l’edizione 2003, si rinnova l’appuntamento con Bit Neway – Borsa internazionale delle tendenze del turismo, il focus espositivo dedicato ai nuovi modi di interpretare il turismo tradizionale a favore del turismo di qualità, che ha trovato il proprio filo conduttore in una nuova coscienza ecologica, nella ricerca del benessere psicofisica e nell’esigenza di valorizzare il tempo libero, le attività all’aria aperta.