Amato: “Qui paga sempre Cipputi”

05/06/2002

            MERCOLEDÌ, 05 GIUGNO 2002
             
            Pagina 4 – Economia
             
            LA POLEMICA
             

            D´Amato: "Vittime dell´ideologia"
             
             
             
             

            ROMA – Botta e risposta tra Giuliano Amato e Antonio D´Amato in occasione della presentazione dell´ultimo libro di Tiziano Treu. «Piantiamola per un po´ con questo articolo 18». Sbotta così l´ex premier Giuliano Amato di fronte al presidente della Confindustria. «Più ci penso e più mi sembra ridicolo che si sia scatenata una tempesta su un caso sul quale non c´è un economista al mondo che sostenga che questo ostacoli la competività. No, non si può accettare che sia solo Cipputi a pagare». Poi un´ultima toccata polemica: «Gli imprenditori si dichiarino disponibili ad accettare un sistema fiscale che renda più difficile pagare la pelliccia dell´amante o della moglia con gli utili dell´impresa».
            Immediata la replica del presidente della Confindustria: «Sono rammaricato – ha detto – che la Cgil non partecipi al tavolo. Non lo condivido e non lo comprendo. Sono però contento e ottimista che venerdì si sia voltato l´angolo, con l´apertura di quattro tavoli, con la definizione di tempi certi su argomenti fondamentali. Quello che serve adesso – ha concluso D´Amato – è un salto di qualità. La trappola per i riformisti è quella di cadere nelle vecchie ideologie, del partito, del movimento, della fazione, di cadere nella logica degli schieramenti e di perdere il coraggio di mettersi in gioco».