Altran Italia SpA – Esito incontro 17/02/2012

Roma, 21 febbraio 2012

Testo Unitario

Si è svolto il 17 febbraio scorso, a Roma, presso la sede direzionale di ALTRAN Italia SPA un incontro con la Direzione aziendale, dove questa ci ha presentato i risultati economici 2011, in particolare relazione agli indicatori previsti dal premio di risultato.

L’EBITDA ha registrato un valore del 6,11%, collocandosi quindi nella fascia che prevede una corresponsione del premio al 90% (360Euro)

Il parametro relativo alla misurazione dei PIR residui si è invece collocato nella fascia più bassa (<=64 ore) , corrispondente a un’erogazione del premio in misure del 70% dell’importo complessivo stanziato (70 Euro).

A fronte di tali risultati, l’azienda erogherà il premio congiuntamente alla retribuzione dei febbraio 2012 a tutti i dipendenti in forze, inclusi contratti a termine e apprendisti, con riparametrazione per i part time.

Si è stabilito di dare avvio ai lavori del tavolo tecnico paritetico, così come previsto dall’accordo sottoscritto il 15/07/2011: tale tavolo avrà il compito di analizzare i risultati prodotti dal meccanismo sperimentale di calcolo del premio, e di elaborare se necessario delle proposte aggiuntive da presentare all’azienda in occasione del prossimo incontro, fissato per il 19 aprile 2012, presso la sede Altran a Roma, avente ad oggetto la sottoscrizione dell’accordo relativo all’erogazione del premio nella sua forma definitiva.

Tale tavolo sarà composto dai rappresentanti aziendali e da due delegati sindacali per ogni O.S., i cui nominativi verranno comunicati al più presto alla Direzione del Personale.

In occasione dell’incontro è stata richiesta all’Azienda un chiarimento sui recenti cambiamenti del board direzionale, soprattutto in relazione a possibili ricadute negative sull’andamento del margine operativo: l’Azienda ha illustrato a grandi linee le strategie del prossimo futuro, non rilevando particolari criticità nel business ma esprimendo l’esigenza di esplorare, in futuro, le possibilità di aumentare l’efficienza e di incrementare l’impiego delle risorse (soprattutto in relazione ai tassi ancora elevati di intercontratto).

Infine, si è provveduto a sottoscrivere l’accordo di defiscalizzazione a valere per l’anno 2012, che vi sarà inviato non appena completo di tutte le firme.

p. La Filcams CGIL Nazionale

Giuliana Mesina