Altran Italia, esito incontro 18/02/2015

si è svolto il 18 febbraio scorso l’incontro tra le OO.SS. ed Altran Italia, alla presenza di Filcams, Fiom, e Uiltucs nazionali e delle Rsa/Rsu avente come oggetto la definizione dell’accordo per il premio di risultato e in continuità con l’ultimo incontro del 30 gennaio.
L’azienda era rappresentata dal consulente, dott. Gianfranco Cannalire, assistito da Gabriele Marini di Confcommercio.
Relativamente alle discrasia emersa nel calcolo dell’indice EBITDA, per la definizione del PdR 2013, l’azienda ha ribadito la propria posizione rispetto alla definizione di tale percentuale e si è impegnata a fornire certificazione di tale dato da parte di Deloitte, auditor di Altran.
Proseguendo nella discussione dei temi in agenda, l’azienda ha proposto la definizione di un accordo ponte dalla durata almeno biennale per il PdR, con lo stesso tecnicismo dei precedenti cui far seguire la discussione della piattaforma per il Contratto Integrativo Aziendale.
Le OO.SS. hanno evidenziato che tale impostazione congela il sistema premiante in un contesto aziendale cristallizzato in un passato sfavorevole e non trova giustificazione nel presente, ove Altran evidenzia risultati economico finanziari molto positivi, come i dati di bilancio dimostrano, sia in termini di maggior utile, ricavi, liquidità e altri indicatori, quali l’EBITDA stesso.
Per tale ragione e a fronte della netta cesura da parte aziendale di qualsiasi modifica relativa all’esercizio 2014, le OO.SS. hanno proposto la definizione di un accordo per il PdR (anno 2014) secondo la modalità sino ad ora seguita, previa consultazione della platea dei lavoratori e l’immediato avvio della contrattazione integrativa, cui il PdR sarà parte integrante.
Rispetto a tale ipotesi l’azienda si è riservata nuove verifiche e all’uopo è stato ricalendarizzato un nuovo incontro che si terrà il giorno 13 marzo 2015 alle ore 13.00 in Roma presso la sede nazionale di UILTUCS in Via Nizza 128.
Filcams – Fiom – Uiltucs