Alpitour, spuntano i profitti

30/01/2007
    martedì 30 gennaio 2007

    Pagina 22 – Turismo

    Approvato il bilancio 2005-2006. Ricavi +16% e margine lordo raddoppiato

      Alpitour, spuntano i profitti

        A quota 3 mln rispetto a -10 mln di un anno fa

          di Andrea G. Lovelock

            Con un fatturato di 1.332 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto all’anno finanziario 2004-2005, il gruppo Alpitour chiude un anno ricco di trasformazioni interne e si conferma l’azienda leader del turismo organizzato italiano. Nel corso del cda, riunito ieri sotto la presidenza di Daniel John Winteler, è stato anche certificato un margine operativo lordo più che raddoppiato, da 22,7 a 47,3 milioni di euro (+108,7%). Il risultato operativo ha raggiunto i 28 milioni di euro, con un forte incremento rispetto al dato precedente che si era attestato sui 4 milioni. L’utile consolidato è stato pari a 3 milioni, inaugurando una nuova stagione in netta controtendenza rispetto alle perdite di oltre 10 milioni registrate un anno fa. Migliora anche l’indebitamento netto, che è sceso da 77,4 a 29 milioni.

            ´È il frutto di una seria riorganizzazione interna’, commenta Winteler, ´e soprattutto di una radicale trasformazione del modello di business: questo risultato premia anche una politica di rinnovamento nei processi di produzione, nelle pratiche commerciali e nei principi di gestione economica. E con simili performance, il gruppo Alpitour, oltre a confermarsi una solida realtà nel panorama del turismo organizzato, può ben avviare un piano di investimenti che rafforzerà la sua leadership. Se è vero, come è vero, che il turismo è cambiato, gli stessi operatori del settore devono innovarsi e rinnovare la loro offerta’.

              In particolare, confermano i vertici dell’azienda, verrà dato pieno slancio all’offensiva nell’incoming, con lo sviluppo della linea hotellerie legata al marchio Alpitour world (Aw) hotels, che prevede l’apertura di strutture in Italia e una tangibile offensiva nel tour operating attraverso il potenziamento della già vasta programmazione di viaggi e soggiorni all’estero.

                Di grande rilievo anche le performance relative al movimento di viaggiatori: nel corso dell’esercizio 2005-2006, infatti, il t.o. ha registrato oltre 2 milioni di clienti. Un dato che pone Alpitour al primo posto fra gli operatori italiani e in una posizione di tutto rispetto, sebbene non ai piani alti, nel rating del comparto europeo. Il progetto di bilancio civilistico verrà sottoposto all’assemblea degli azionisti, convocata il 28 febbraio. (riproduzione riservata)