Alpitour – Esito incontro 05/09/2012

Oggetto: esito incontro Alpitour del 05 settembre.

Alle Filcams Regionali

                              e Territoriali:

Piemonte, Lombardia,

                  Emilia Romagna, Veneto,
                  Lazio, Cuneo, Torino, Milano,

Padova, Bologna, Roma

Care compagne, cari compagni,

il 05 settembre si è tenuto con Alpitour l’incontro conclusivo per la difficile vertenza della chiusura della sede di Cuneo e del conseguente trasferimento dei lavoratori presso la sede di Torino. I lavoratori coinvolti sono circa 280. La decisione era stata comunicata dall’azienda il 13 settembre del 2011, i mesi successivi sono stati difficilissimi ed hanno visto mobilitazione e coinvolgimento delle istituzioni pubbliche locali. L’intromissione della politica, legata alle elezioni amministrative di maggio a Cuneo, ha reso molto più complicato l’avvio di una trattativa seria.

Ad inizio di luglio si è finalmente riusciti ad aprire un tavolo con l’azienda con una trattativa serrata che si è conclusa con accordo ratificato poi al Ministero dello Sviluppo Economico.
L’accordo prevede un servizio di pulmann ad orari predefiniti, pagato, per il primo anno quasi esclusivamente dal Alpitour, con un contributo di 20 euro al mese da parte dei lavoratori. Il contributo andrà gradatamente ad aumentare, fino al pagamento completo a carico dei lavoratori a partire dal 01 novembre 2016. Resterà comunque in capo all’azienda l’organizzazione del trasporto.

Sarà mantenuto un presidio/unità produttiva di 50 fte a Cuneo, per situazioni particolarmente disagiate (assunzioni L. 68, lavoratori cui è riconosciuta l’applicazione della 104, monoreddito, ecc). Si prevede l’introduzione di numerosi nuovi orari più o meno agevolati, che consentano l’utilizzo dei pulmann. Per alcuni orari più disagiati, che non potranno accedere al mezzo di trasporto collettivo, si prevede il pagamento di alcune ore di lavoro in più. E’, infine, prevista per tutti la convenzione per i pasti come previsto dal CIA, anche nella nuova sede di Via Lugaro a Torino.

L’accordo prevedeva l’istituzione di una commissione tecnica per la gestione dello stesso. La commissione si è ripetutamente riunita durante il mese di agosto e, oltre a verificare l’applicabilità dei nuovi orari nei vari reparti con esito positivo anche in termini numerici, ha apportato alcune migliorie rispetto all’accordo sottoscritto a luglio.

Il 05 settembre abbiamo sottoscritto l’accordo conclusivo, che recepisce quanto elaborato in sede tecnica ed apporta alcune ulteriori migliorie per alcuni orari (es. non sarà più prevista la garanzia del presidio del 25% fra le 18 e le 18.30 per i reparti ove è previsto l’orario flessibile).
Pur nella consapevolezza della difficoltà a cui, comunque, lavoratrici e lavoratori andranno incontro e di quanto il trasferimento impatterà sulle loro vite, non possiamo che guardare con soddisfazione alla conclusione di una trattativa, il cui esito era tutt’altro che scontato.
In allegato inviamo l’accordo ratificato al Ministero il 16 luglio, e quello sottoscritto il 05 settembre.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi


All. 2- Ipotesi di accordo tecnico di gestione 5-09-2012

- Verbale di accordo Min sviluppo economico 16-07-2012