Alpitour, circolare Ipotesi Accordo 14/02/2019, avvio consultazione 18/02/2019

Roma, 18 febbraio 2019

Testo unitario

Il 14 febbraio 2019 abbiamo incontrato Alpitour per discutere dell’ampliamento della sperimentazione sullo smart working dopo le positive esperienze sviluppate nel corso del 2018 in alcuni reparti della sede di Torino.

L’ipotesi di accordo sottoscritta al termine del confronto prevede l’introduzione di 4 giornate al mese lavorabili in smart working, ovvero una alla settimana, per tutti i full time e per i part time orizzontali di tutti i reparti e di tutte le sedi di Alpitour SPA, con eccezione delle mansioni che prevedono una permanenza continua presso il luogo di lavoro (allegato A dell’accordo); diverse sono invece le modalità di fruizione per i part time verticali, con un massimo di due giornate in smart working al mese.

L’accordo mantiene, come nelle sperimentazioni su Torino, il riferimento agli orari stabiliti dal CIA e dagli accordi individuali e collettivi, intervenendo esclusivamente sulla parte relativa al luogo dello svolgimento della prestazione lavorativa.

L’estensione dello strumento a tutti i reparti avviene senza vincoli, anche in quelli meno numerosi, pertanto tutti lavoratori e le lavoratrici potranno aderirvi senza possibilità di diniego da parte dell’azienda. Per tali ragioni la programmazione delle giornate di fruizione verrà stilata da parte del responsabile di reparto, con un anticipo di 10 giorni sul mese di attuazione del programma, tenendo conto delle esigenze dei lavoratori.

Visto l’obiettivo ambizioso dell’ipotesi di accordo (che coinvolgerà oltre 750 dipendenti) sono previsti scaglioni utili all’accoglimento delle domande e all’avvio dello smart working. Inoltre l’ipotesi di accordo resta di natura sperimentale, con verifiche periodiche delle Parti.

Si tratta per il settore del primo accordo di così ampia portata i cui effetti andranno attentamente monitorati nei prossimi mesi, ma che siamo convinti, anche sulla base della sperimentazione, rappresenterà un concreto miglioramento sul piano della conciliazione tra i tempi di vita e lavoro per i lavoratori di Alpitour spa.

La validazione dell’accordo spetta ora alle assemblee, il cui esito dovrà essere trasmesso alle organizzazioni sindacali nazionali entro e non oltre il 25 febbraio 2019.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt