Allsystem, Vedetta 2 Mondialpol, cessione ramo d’azienda, esito incontro 05/05/2020

Roma, 6 maggio 2020

Testo unitario

Il 5 maggio 2020 si è tenuto il primo incontro relativamente alla procedura ex art.47 L.428/90 in oggetto, in cui si è trattata la cessione del ramo di azienda "conta e trasporto valori" (esercitato in Piemonte, Valle d’Aosta e nelle province di Genova e Milano), del ramo di azienda di "Vigilanza Privata" (esercitato nelle province di Genova e Bergamo) e del ramo di azienda "Servizi Fiduciari" (esercitato nella provincia di Bergamo) da parte della società Allsystem S.p.A. alla società Vedetta 2 Mondialpol S.p.A..

Le aziende coinvolte hanno dichiarato che l’operazione ha come obiettivo il potenziamento dei propri asset di business principali. Mentre Vedetta 2 Mondialpol – si pone come obiettivo quello di diventare uno dei maggiori player nel settore del trasporto valori e nei servizi di contazione, Allsystem intende puntare al proprio core business principale, rinunciando alle attività che nel corso del tempo sono diventate sempre più accessorie e marginali.

Rispetto alle condizioni di passaggio dei 405 dipendenti coinvolti, la società acquirente ha dichiarato che non ci saranno impatti negativi rispetto alle condizioni normative ed economiche maturate dai singoli lavoratori, che dovrebbero esser acquisite a far data dal 1° luglio 2020 ai sensi dell’art.2121 del c.c..

Nel corso dell’incontro, come OO.SS., abbiamo chiesto che l’individuazione dei rami con le relative maestranze venga effettuata attraverso criteri oggettivi, salvaguardando anche la contrattazione aziendale che nei singoli territori è stata prodotta nel tempo.

Per quanto riguarda i criteri, Allsystem S.p.A. ha dichiarato che principalmente è stato tenuto in considerazione lo storico delle attività svolte nell’arco degli ultimi sei mesi. Mentre, a proposito della contrattazione aziendale nei singoli territori, fermo restando che non saranno intaccate le condizioni acquisite dai dipendenti, Vedetta 2 Mondialpol S.p.A. ha manifestato la necessità di fare un’analisi congiunta tra le parti degli accordi attualmente vigenti al fine di individuare soluzioni volte a rendere omogenei i trattamenti, soprattutto per quanto concerne il modello di organizzazione del lavoro.

A fronte della nostra richiesta, sono stati forniti i dettagli dei numeri per singola sede della popolazione coinvolta nell’operazione:

• Aosta 16 persone;
• Asti 21 persone:
• Bergamo 35 persone (intera forza lavoro);
• Cuneo 60 persone;
• Genova 96 persone (intera forza lavoro);
• Torino 133 persone;
• Verbania-Biella 44 persone.

L’incontro si è concluso con la necessità di procedere a tutti gli approfondimenti necessari condividendo altresì la necessità di ricevere una bozza di verbale propedeutico alla successiva discussione di merito che si terrà il giorno 12 maggio p.v. alle ore 10.00 in modalità videoconferenza.

Allsystem si è impegnata inoltre a fornire un quadro sinottico della contrattazione vigente.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria